Beppe Grillo show, pienone a piazza Portanova per il comico genovese

Il leader del Movimento Cinque Stelle a Salerno per la chiusura della campagna elettorale del candidato sindaco Andrea Cioffi: piazza Portanova stracolma

"Cittadini! Siamo in guerra, indossiamo gli elmetti!" Beppe Grillo trascina così la folla, il pubblico accorso ieri sera a piazza Portanova per la chiusura della campagna elettorale del candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle Andrea Cioffi. All'arrivo Beppe Grillo è subito accerchiato dai giornalisti. Un fan molto caloroso lo abbraccia e gli dice "Sei più bello dal vivo che in televisione".

Il comico, senza guardie del corpo, affiancato solamente dal candidato sindaco Andrea Cioffi e da alcuni membri dello staff salernitano del Movimento (alcuni di loro sono proprio i candidati della lista) si dirige verso il gazebo allestito nella piazza, scambia due chiacchiere con i volontari e subito dopo inizia lo show. Il comico sale sul palco e si esibisce in un blues sia alla voce che alle tastiere, applaudito dalla folla. I Paranza Vibes, che hanno suonato alla manifestazione così come Toni Borlotti e i suoi Flauers, lo accompagnano nell'incipit del suo monologo. Sino a quando la musica tace e parla solamente Beppe Grillo.

Il comico genovese ne ha per tutti: "Avete un sindaco nuovo a Salerno, che propone tante novità! Salerno va bene, va bene!" La piazza, che nel frattempo si è gremita, comincia a far scattare qualche applauso. Grillo esibisce subito i cavalli di battaglia della campagna elettorale del Movimento Cinque Stelle: trasparenza delle amministrazioni e partecipazione attiva dei cittadini. Il comico genovese non disdegna di utilizzare alcune espressioni dialettali e così facendo conquista ancora di più il pubblico: "C'aggia fa!", riferito "a chi mi ascolta, mi dà ragione però non fa nulla in più".

E poi, aggiunge Grillo, "ci sono gli ottimisti: mi sostengono e fanno il tifo per me, ma se c'è da agire non fanno nulla". E ancora: "Non si potevano accorpare i referendum con queste elezioni? Non si poteva evitare di spendere altri soldi? No, perchè al referendum nessuno di loro vuole che voi andiate a votare!", si infervora Grillo quando parla dei referendum del 12 e 13 giugno, tra i quali la questione del ritorno al nucleare, la privatizzazione dell'acqua e il legittimo impedimento. Il leader del Movimento Cinque Stelle invita quindi i presenti a votare "" per dire "no" all'acqua in mano ai privati, al legittimo impedimento e all'energia nucleare.

Ha attaccato quindi il governo e l'opposizione, scagliandosi indistintamente contro destra e sinistra: "Siamo in guerra, dobbiamo metterci l'elmetto, mettiamo l'elmetto e cerchiamo di cambiare le cose" ha tuonato Grillo, invitando i salernitani a scegliere il "Movimento Cinque Stelle: sono cittadini come voi, sono persone come voi, soprattutto, che fatica, un miracolo mettere insieme questa lista, sono tutti incensurati". La folla ride, è conquistata dal comico genovese. Che rilancia: "Se ci aiuterete a portare la nostra lista in consiglio comunale saremo un'interfaccia, il terminale di un social network dei cittadini in consiglio". E, parlando degli avversari: "Gli altri ci guardano stasera, vi guardano, perchè non hanno mai visto tutta questa gente ai loro comizi".

Grillo lascia quindi il palco ai candidati della lista Movimento Cinque Stelle, tra questi Francesco De Cesare dichiara: "Abbiamo firmato un foglio in bianco per lasciare il consiglio comunale nel caso ci entrassimo, sarete voi cittadini a decidere, lo lasciamo a voi questo foglio in bianco". Gran finale con il candidato sindaco Andrea Cioffi, che inizia in maniera pacata e conclude infervorandosi come e più di Grillo: "Ma chi sono gli altri candidati? De Luca, la Ferrazzano... io non sono nessuno, io non vi dico di votare me, io vi dico di mettere la croce sul simbolo, sul simbolo del Movimento Cinque Stelle, io, come tutti quelli della lista, un lavoro ce l'ho, non viviamo di politica, per noi la politica è passione, è cercare di fare qualcosa di buono per la città!".

Cioffi conclude ricordando ai cittadini di un pullman che partitrà domani 14 maggio da Salerno per una manifestazione pro Palestina in onore di Vittorio Arrigoni, il volontario morto nelle scorse settimane. Un pensiero ad Arrigoni ed un abbraccio con Grillo, che chiude con una battuta, riferendosi ad Andrea Cioffi: "Eppure quando è venuto a prendermi sembrava così calmo!". La folla applaude. Il Movimento Cinque Stelle una piccola vittoria l'ha già ottenuta. Ora tocca alle urne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • Luci d'Artista 2019/2020: un giro d'affari di quindici milioni di euro

  • Choc in via San Leonardo, a Salerno: donna trovata morta con la gola tagliata

Torna su
SalernoToday è in caricamento