"Questioni di merito, non stupidaggini" De Luca a Rai3

Il primo cittadino di Salerno è stato ospite della trasmissione "Primo piano" sulla terza rete e su RepubblicaTV. Ha parlato delle elezioni e dei ballottaggi in programma a Napoli e Milano

"I toni che si stanno usando in questa campagna elettorale per i ballottaggi non è confacente ad una realtà civile come la città di Milano, la più europea delle città italiane" così il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca nel corso della trasmissione "Primo Piano" andata in onda ieri sera su Rai3.

Il sindaco di Salerno ha parlato dei torni particolarmente aspri ed atti a demonizzare l'avversario utilizzati da una parte politica nei confronti del candidato del centro sinistra Pisapia, che al primo turno ha sonoramente sconfitto il sindaco uscente e candidato del centro destra Letizia Moratti: "Se dobbiamo parlare di stupidaggini - ha detto De Luca - come lo spostamento dei ministeri, della zingaropoli o del condono delle multe, se la destra pensa di vincere così resteranno molto delusi".

Ha quindi commentato il voto di Milano al primo turno: "A Milano gli elettori hanno giudicato l'attività amministrativa e se la destra pensa di ovviare a questo alzando i toni si danneggerà da sola e danneggerà Milano". De Luca ha quindi illustrato alcuni risultati della sua attività amministrativa: "A Salerno abbiamo stabilito il record nazionale della raccolta differenziata, abbiamo la città giardino, stiamo creando sviluppo, lavoro e occupazione in un contesto di sicurezza, il tutto con le nostre forze. Sarebbe bene parlare di questo, di portare argomenti come questi, non le stupidaggini come lo spostamento dei ministeri o il rischio delle zingaropoli".

Il primo cittadino di Salerno, sindaco più votato d'Italia tra le città capoluogo alle scorse amministrative, si è quindi espresso sul risultato del voto a Napoli: "A Napoli c'è un centro destra che non dilaga e un centro sinistra che paga lo scotto dei disastri combinati dal Pd, che se vuole fare bene deve cambiare, deve liberarsi delle anime morte. In questo contesto avanza l'Italia dei valori. Con il centro destra alla guida di regione e provincia si poteva immaginare uno scenario diverso, invece il Pd paga i disastri del recente passato mentre il centro destra paga l'incapacità amministrativa di chi sta alla regione e alla provincia. Insisto, cerchiamo di ragionare sulle questioni di merito, parliamo del blocco degli investimenti per il lavoro, io ritengo che nell'ambito della crisi il governo in difesa abbia fatto anche bene, ma ora bisogna investire sul lavoro".

A Repubblica Tv, nel tardo pomeriggio, Vincenzo De Luca si è così espresso sul ballottaggio tra l'amico Gianni Lettieri (centro destra) e l'ex magistrato Luigi De Magistris (Italia dei valori, ora supportato anche dal resto del centro sinistra): "Io mi colloco nel centro sinistra - ha detto De Luca - e quindi non posso che supportare la corsa di De Magistris".

Il sindaco di Salerno ha lanciato però una piccola stilettata: "Mi auguro ch questa esperienza possa farlo maturare e fargli avere comportamenti più civili, comportamenti che purtroppo non ha avuto in passato". Sul ballottaggio di Milano e Napoli De Luca ha dichiarato: "E' venuta a galla la realtà delle cose, l'Italia è uscita dalla narcotizzazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Paura a Battipaglia, rapinato un supermercato: donna ferita

Torna su
SalernoToday è in caricamento