Parte il toto assessori: nove posti da assegnare per la giunta comunale

Dopo il trionfo il primo cittadino dovrà iniziare a pensare alla squadra di governo: i maggiori grattacapo potrebbe averli con le tre liste civiche che si sono stra-affermate alle elezioni amministrative

Inevitabilmente, a conclusione della sfida elettorale che ha visto il trionfo di De Luca, già si è scatenato il toto assessori. Per via dei tagli imposti dalla legge finanziaria il numero dei consiglieri scende da 40 a 32 e così anche il numero degli assessori, che deve essere pari ad un quarto dei consiglieri più il sindaco ed arrotondato per eccesso. Quindi 33 diviso per 4 porta ad 8 e passa che, arrotondato per difetto, dà 9 assessori da nominare. Da questo conteggio è escluso ovviamente il presidente del consiglio comunale.

De Luca ha sempre utilizzato come criterio quello di assegnare le cariche di assessore ai consiglieri eletti più votati, raramente ha fatto eccezione. Rumors ovviamente non confermati da ufficialità darebbero per riconfermata la carica di vice sindaco ad Eva Avossa, pur non essendo numericamente tra i più votati dei neo consiglieri. Un posto in giunta dovrebbe andare sia al partito socialista (che ha eletto come consigliere Enzo Maraio) sia a Sinistra, ecologia e libertà (che ha eletto Gerardo Calabrese). Entrambi assessori uscenti, sarebbero in odore di riconferma.

I grattacapo maggiori De Luca potrebbe averli per le sue tre liste civiche che hanno stravinto nei consensi: ai Progressisti per Salerno dovrebbero andare quattro posti (o tre, se De Luca sceglierà Eva Avossa come vicesindaco). Tre posti che sarebbero due assessorati e la carica di presidente del consiglio comunale. In teoria, dovrebbero "qualificarsi" quindi Franco Picarone (il più votato a Salerno ed assessore uscente al bilancio, foto), Ermanno Guerra (assessore uscente alle politiche sociali) e Nino Savastano. In teoria resterebbero fuori dalla giunta due assessori uscenti, Alfonso Buonaiuto (commercio, quarto posto) e Mimmo De Maio (urbanistica, quinto).

Lo stesso criterio deluchiano dovrebbe quindi assegnare due assessorati a testa anche a Campania Libera e a Salerno per i giovani, che hanno ottenuto cinque posti a testa in consiglio comunale. A rigor di criterio numerico dovrebbero entrare in giunta Antonio D'Alessio (che sarebbe un esordiente) e l'assessore uscente alla mobilità Luca Cascone. Per Salerno per i giovani dovrebbero quindi entrare in giunta i più votati Horace Di Carlo e Angelo Caramanno, quest'ultimo addirittura alla sua prima candidatura al consiglio comunale. Ma De Luca potrebbe utilizzare anche un altro metodo, ossia considerare le tre liste civiche come una sola e portare in giunta i più votati. Sarà tuttavia il primo cittadino a dover decidere per la composizione della squadra di governo cittadino che dovrà accompagnarlo nel suo quarto mandato alla guida della città di Salerno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Paura a Battipaglia, rapinato un supermercato: donna ferita

Torna su
SalernoToday è in caricamento