Il Comune vieta ai salviniani l'allestimento di un gazebo, Falcone: "Vogliono intimidirci"

I dirigenti cittadini si recheranno negli uffici di Palazzo di Città per chiedere delucidazioni al riguardo. La solidarietà di Gaetano Amatruda: "Qualcuno vuole ridurre gli spazi di libertà, noi ci saremo lo stesso"

Un recente gazebo

Il Comune di Salerno avrebbe vietato al movimento Noi con Salvini di Salerno di allestire, sabato mattina, un gazebo in Piazza Sinno, nel popoloso rione Carmine.  A denunciarlo è il coordinatore provinciale Mariano Falcone, che annuncia che domani i dirigenti cittadini del suo partito si recheranno presso gli uffici di Palazzo di Città per chiedere spiegazioni sulla mancata concessione. "Inizia la campagna di intimidazione contro il nostro movimento. Segno tangibile che facciamo paura. Aspettiamo – avverte Falcone - una risposta seria e convincente. In caso contrario partirà un'interrogazione parlamentare al ministro dell'Interno".

Piena solidarietà ai salviniani arriva dal candidato sindaco del centrodestra Gaetano Amatruda: "Noi ci saremo comunque perché parliamo alla città. Qualcuno vuole ridurre gli spazi di libertà, noi ci saremo lo stesso. Per difendere le ragioni dei commercianti e di chi chiede più sicurezza e per denunciare il sistema Salerno".
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • "E' il tuo turno? Non mi interessa: ti ricevo dopo": sgarbo e razzismo all'Asl di San Severino

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Furti, danni ed aggressioni davanti ai bimbi, nel negozio salernitano: il grido di aiuto di Ismail

  • Blitz dei Nas in un deposito a Salerno: maxi sequestro di bottiglie d'acqua

Torna su
SalernoToday è in caricamento