Elezioni comunali 2016 a Salerno, lo spoglio infinito e i risultati definitivi

Il Governatore della Campania, De Luca, ha commentato anche i risultati delle elezioni delle altre regioni. Ironia su Marino a Roma

Incredibile, ma vero: lo spoglio per le elezioni ammistrative a Salerno ha superato le 16 ore di attento lavoro. Dopo le ore 14 di lunedì, ancora non erano ancora stati ufficializzati tutti i dati delle preferenze per i candidati al Comune. Poi, finalmente, i numeri definitivi: Napoli ha avuto il 70,49% delle preferenze, Celano il 9,59%, Santoro il 6,19%, Cammarota il 4,02%, Lambiase il 3,80%, Adinolfi l'1,72%, Cassandra l'1,54%, Iannone l'1,53%, Amodio lo 0,57% e Falvella lo 0,50% dei voti. "Salerno ha scelto la continuità. Abbiamo ottenuto un risultato importante che rispecchia e premia la serietà con cui è stata condotta la nostra campagna elettorale. - ha commentato il sindaco uscente riconfermato - Ripartiamo da subito, ci mettiamo immediatamente a lavoro per dare risposte importanti a chi ci ha dato fiducia. Abbiamo a disposizione i Fondi Europei che investiremo nelle grandi opere, nelle infrastrutture e nei progetti sociali per dare ulteriore sviluppo alla città di Salerno. Dobbiamo governare con grande fermezza dando seguito a quanto è stato costruito in questi anni da Vincenzo De Luca. Abbiamo un progetto formidabile a cui daremo forma e seguito nei prossimi cinque anni di consiliatura a testa alta e con serietà".

LO SPOGLIO

Aria di festa, già intorno alle 2, ieri, presso il Comitato di Napoli, dove si sono recati prima diversi assessori regionali, tra cui Luca Cascone e Franco Picarone, nonchè i figli del Governatore della Campania, Piero e Roberto De Luca e il presidente stesso, Vincenzo De Luca, soddisfatto per il risultato conseguito. "Il giudizio dei cittadini ha pesato- ha osservato l'ex sindaco di Salerno - Ho ascoltato qualche battuta di questa campagna davvero sconcertante: hanno definito Salerno come città quasi dell'Afghanistan, invece i cittadini hanno riconosciuto Salerno come città all'avanguardia. Qualcuno ha detto che è saltato il settore industriale: bene, lo sappiamo ma le industrie non le fanno i Comuni. Qualcuno ha parlato di opere faraoniche: ma quali? Noi siamo quelli della metro, della Cittadella. Se usiamo bene i fondi possiamo creare i posti di lavoro. Enzo Napoli è un sindaco serio". Poi gli obiettivi: migliorare la manutenzione stradale e la sicurezza: "Non possiamo avere i parcheggiatori a 50 metri da Questura e Prefettura: è una vergogna". E sui commenti dell'opposizione in merito ai consensi ottenuti da Napoli, De Luca ha replicato: "Ho sentito parlare di sistema di potere: ma quale sistema? Salerno in questi anni ha cambiato pelle. Nessun sistema di potere, ma il grazie per una vita dedicata a questa città. Non è cambiato niente: siamo quelli che eravamo. Credo che tra i capoluoghi di Italia, Salerno sia quello con il risultato più alto. Questo significa che dovremmo essere più responsabili", ha aggiunto. Lo stesso De Luca, si è soffermato sui risultati del Pd nelle altre regioni: "Le difficoltà in Campania erano preventivabili, ci siamo presentati nel peggiore dei modi. Paghiamo assenze di iniziative da anni-  ha sottolineato De Luca- A Roma poi si va al voto perchè c'era Ignazio Marino, il sindaco più surreale del mondo", ha concluso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I SINDACI ELETTI NEL SALERNITANO

I CONSIGLIERI PIU' VOTATI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • Caso sospetto di Covid-19: chiuso temporaneamente il Pronto Soccorso a Nocera

  • Sparatoria ad Angri, ferito un imprenditore: a novembre un attentato alla sua azienda

Torna su
SalernoToday è in caricamento