Omicidio Postiglione, denuncia della Cgil: "Basta spettacolarizzazione delle tragedie"

Maria Di Serio: "Il messaggio postato su facebook dall'assassino sul suo profilo, ma ancor più i "like" sotto quel post devono allarmare tutti"

Il nuovo caso di femminicidio mostra risvolti inquietanti”. E’ l’opinione del segretario generale della Cgil di Salerno Maria Di Serio sull’omicidio avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri a Postiglione. “Oltre che alla tragedia, che vede ancora una volta a pochi giorni dalla giornata contro la violenza sulle donne, l’ennesima vittima di una cultura malata e maschilista, assistiamo ad un pericoloso fenomeno di spettacolarizzazione e di esibizionismo. Il messaggio postato su facebook dall’assassino sul suo profilo, ma ancor più i “like” sotto quel post –denuncia Di Serio - devono allarmare sulla condivisione di un pensiero che esprime quanto meno la sottovalutazione di un atto così grave. Pur di apparire, ma forse anche in piena consapevolezza, in tanti, premendo quel tasto, sono diventati complici e correi del carnefice” conclude il segretario della Cgil salernitana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

Torna su
SalernoToday è in caricamento