Fonderie Pisano, Vicinanza: "Il Pd cacci gli amministratori contrari al nuovo impianto"

Il segretario provinciale della Cisal si rivolge direttamente ai vertici democrat: "Dietro i no di alcuni sindaci si nascondono solo interessi elettorali"

Vicinanza

Chiedo alla segreteria provinciale del Pd di estromettere dal proprio partito tutti gli amministratori del territorio, ovviamente tesserati dem, che ostacoleranno la delocalizzazione delle Fonderie Pisano di Salerno”. E’ dura la richiesta di Gigi Vicinanza, sindacalista della Cisal provinciale al segretario dei democrat salernitani, Vincenzo Luciano, e al governatore campano, Vincenzo De Luca, che pretende una presa di posizione dei piani alti della politica locale contro chi continua a dire no alla delocalizzazione dell’opificio salernitano.

La polemica

Il sindacalista ci va giù duro: “E’ una vergogna sentire un politico che vuole bloccare lo sviluppo di un territorio, che non s’interessa di salvaguardare i posti di lavoro e tutelare il relativo indotto. Dietro queste barricate ci sono solo fini elettorali e nient’altro”. Di qui l’appello ai democratici: “Se il Pd non si schiererà sui propri esponenti sono altrettanto responsabili in questa vicenda, che vede vittime, in egual misura, cittadini e operai. Non si può parlare di lavoro e occupazione solo in campagna elettorale, per poi dimenticarsene quando c’è da difendere il bottino di voti conquistato nelle ultime elezioni. Lo ritengo un comportamento vergognoso, una mancanza di rispetto per i cittadini. Questi politici nascondono la verità: la nuova tecnologia non porterà le Fonderie 2.0 a essere inquinanti rispetto al passato”.

Vicinanza, inoltre, sostiene che sull’opificio di Fratte “siamo tutti d’accordo nel dire che ha causato problemi ed è stata concausa in questioni in questo momento al vaglio della magistratura. Ma chiuso quello stabilimento adesso bisogna aiutare gli imprenditori a fare impresa, nel rispetto delle regole che, per colpa della politica degli ultimi 20 anni, non sono mai state rispettate. Ecco perché chiedo al Pd di isolare chi usa le istituzioni per fare le battaglie di quartiere. Se le Fonderie dovranno avere sede a Buccino sarà così, se dovranno sorgere all’interno del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano sarà così. Non si può pensare di dimenticarsi degli operai per i propri tornaconti elettorali. Mi auguro un presa di posizione forte da Luciano e De Luca” conclude l’esponente Cisal.

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • Sole, mare e panorami mozzafiato: i Giardini del Fuenti incantano grandi e piccini

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Suicidio a Battipaglia, dolore nella comunità

  • "Nero di m...." rissa su Corso Garibaldi a Salerno: arrivano i carabinieri

Torna su
SalernoToday è in caricamento