Impianti rifiuti a Pontecagnano e Giffoni, M5S: "Certificano fallimento di De Luca"

Il consigliere regionale Michele Cammarano e la deputata Anna Bilotti prendono di mira il governatore anticipando la presentazione di interrogazioni alla Camera e in Regione Campania

Cammarano

Il Movimento Cinque Stelle va all’attacco dell’amministrazione regionale che ha dato il via libera alla reazione di due impianti per i rifiuti nei comuni di Giffoni Valle Piana e Pontecagnano Faiano.

La polemica

Il consigliere regionale Michele Cammarano e la deputata Anna Bilotti prendono di mira il governatore anticipando la presentazione di interrogazioni alla Camera e in Regione Campania: “Il fallimento delle politiche sui rifiuti della gestione De Luca si concretizza sistematicamente nella strategia impiantistica, l’unica che questo governo regionale è in grado di mettere in campo per evitare una nuova emergenza. A farne le spese saranno i comuni di Pontecagnano e Giffoni Valle Piana, individuati per ospitare nuovi impianti di smaltimento e stoccaggio grazie a un accordo tra i due sindaci. Territori che pagano le scelte di un’amministrazione regionale incapace, in quattro anni, di dar vita a un ciclo ottimale, con una riduzione a monte del rifiuto, un incremento significativo della raccolta differenziata, la realizzazione di impianti di compostaggio e politiche di riciclo e riuso della materia”.

Per i due esponenti grillini “è paradossale che gli stessi amministratori dei due comuni interessati, componenti degli ambiti omogenei e che per questo dovrebbero pianificare l'impiantistica a livello provinciale, agiscano localmente. Un fallimento palese di una finta legge di riordino. Prevedere nuovi impianti senza realizzare alcuno studio su dimensionamenti, carichi ambientali e soprattutto senza chiarire a quale bacino territoriale faranno riferimento, è una strategia che nasconde troppe incognite per i cittadini dei comuni interessati. Parliamo di scelte che dovrebbero essere condivise a livello territoriale per una pianificazione complessiva provinciale e non relegate ad una dimensione comunale. Un fallimento – concludono Cammarano e Bilotti - della legge che istituisce gli enti d’ambito omogenei, che ad oggi hanno i connotati degli ennesimi poltronifici”.

Il centrodestra

Schierati contro la realizzazione di un impianto, in via Irno a Pontecagnano Faiano, anche i consiglieri comunali Francesco Pastore, Gianfranco Ferro e Angelo Mazza.

Potrebbe interessarti

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • Perde il cellulare con le foto del figlioletto morto: le restuiscono solo la scheda, lo sfogo della mamma di Alessandro

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Dramma a Nocera, precipita dal tetto di una scuola: muore operatore

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Festeggiano il matrimonio in un ristorante ma non pagano il conto: neo sposini nei guai

  • Salerno, i Nas chiudono laboratorio di analisi: sequestri anche in provincia

Torna su
SalernoToday è in caricamento