Incendi nel Salernitano, Cirielli: "Pochi mezzi di soccorso, condivido posizione Aievoli"

Il Questore della Camera interviene a seguito della denuncia, fatta tramite social network, dal vice sindaco di San Cipriano Picentino

Edmondo Cirielli

“E’ sconcertante ciò che, in queste ore, sta accadendo in Campania e in particolare in provincia di Salerno. I piromani/criminali, infatti, sono tornati in azione e la Regione non ha i mezzi necessari per affrontare tempestivamente tutte le emergenze”. Lo denuncia il Questore della Camera e parlamentare di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli alla luce dei nuovi incendi verificatisi, nella notte, a San Cipriano Picentino, Castiglione dei Genovesi e in altre aree della provincia.

La polemica

L’onorevole Cirielli interviene a seguito della denuncia, fatta tramite social network, dal vice sindaco di San Cipriano Picentino Gennaro Aievoli: “Condivido totalmente la sua posizione critica nei confronti dell’operato della Regione Campania ed esprimo vicinanza alla popolazione locale. In questi quattro anni, il governatore De Luca ha pensato esclusivamente a fare nomine e clientelismo politico, senza risolvere le tante problematiche presenti nei territori come gli incendi estivi. I pochi e spesso obsoleti mezzi della Regione usati per domare i roghi sono l’ennesima dimostrazione dell’inadeguatezza e del fallimento della giunta regionale a guida Pd, che non è neanche in grado di dotarsi di un efficace Piano-Antincendi. Sono certo che, alle prossime elezioni regionali, i salernitani e i campani li manderanno tutti a casa”.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Suicidio all'Unisa, il cordoglio di Loia: in arrivo tre psicologi per gli studenti

  • Gelo a Ricigliano, il parroco ai fedeli: "Celebro la messa a casa vostra"

  • Contursi Terme piange Mumù, il sindaco dei cani

Torna su
SalernoToday è in caricamento