Incendio ecoballe a Battipaglia, Costa attacca Salvini: "Rifiuti in fiamme? Lui era al mare"

Il ministro dell'Ambiente, intervistato dal Corriere, critica il suo collega di governo dopo i numerosi roghi scoppiati nella Terra dei Fuochi e anche nella città capofila della Piana del Sele

Il ministro Costa

Si infiamma ancora di più il dibattito sul rogo verificati, nei giorni scorsi, all’interno di un impianto rifiuti situato nel comune di Battipaglia. Oggi, in un’intervista al Corriere, è il ministro dell’ambiente Sergio Costa ad alzare il tiro prendendo di mira il suo collega di governo Matteo Salvini.

L’affondo

Costa si occupa in generale dell’emergenza incendi che sta interessando diverse regioni e cita anche il caso Battipaglia. “Statisticamente i roghi avvengono sempre alla stessa maniera. Si sa dove accendono i fuochi, a che ora, con quale modalità. Per prevenirli bisogna fare quindi degli appostamenti, e poi arrestarli e portarli in galera. Ma quelli non li posso certo fare io. È andata così a Battipaglia, a Giugliano, a Caivano. E mentre c’erano questi roghi il ministro dell’Interno non se ne occupava, era al mare  o comunque non era dove serviva”. Una vera e propria stoccata al leader della Lega. Poi Costa rivendica il suo ruolo: “Io ho fatto tutto quello che dovevo fare. E non solamente io. Nel novembre 2018 è stata istituita una cabina di regia per prevenire questo odioso fenomeno dei rifiuti tossici, e ad oggi ognuno ha fatto il suo, tranne il ministro dell’Interno. Chiedo a Salvini di occuparsene“.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento