Pd, risolto il giallo nel listino alla Camera: in campo Eva Avossa

Tutto nasce dalla composizione del listino proporzionale per la Camera dei Deputati dove è apparso il nome di Eva Rosta, nome sconosciuto non solo ai dirigenti democratici, ma anche ai giornalisti che seguono il centrosinistra a livello locale e nazionale

Eva Avossa

Un errore di trascrizione ha provocato, per qualche ora, incertezza e perplessità all’interno del Partito Democratico di Salerno. Tutto nasce dalla composizione del listino proporzionale per la Camera dei Deputati dove è apparso il nome di Eva Rosta. Un nome sconosciuto non solo ai dirigenti democratici, ma anche ai giornalisti che seguono il centrosinistra a livello locale e nazionale. Soltanto nella tarda serata di ieri il caso è stato risolto. Il vero nome della candidata, schierata al secondo posto nel listino del Pd per la Camera, è il vice sindaco di Salerno Eva Avossa, da sempre fedelissima del governatore De Luca che, oltre al suo nome, è riuscito ad incassare dai vertici renziani anche il via libera per il suo primogenito Piero (candidato nel collegio uninominale di Salerno e a Caserta) e il capo della sua segreteria politica Franco Alfieri.

Tutti i candidati

Elogia la composizione delle liste del Pd il presidente della Provincia Giuseppe Canfora:

“Il risultato raggiunto dalla segreteria del Partito Democratico di Salerno è un risultato straordinario.Grazie all'impegno di Piero De Luca, componente della segreteria regionale dem, la proposta avanzata è stata condivisa dai vertici nazionali del partito perché ciascuna candidatura è frutto di un indiscusso radicamento territoriale. I nostri candidati sono amministratori e militanti di partito che hanno dimostrato, negli anni, grandi capacità amministrative e profonda dedizione ed impegno. Nell’augurare un sincero ‘in bocca al lupo’ ai candidati alla Camera dei Deputati e al Senato, sento il bisogno di evidenziare che il Partito Democratico resta il luogo privilegiato in cui raccogliere energie, impegno e idee per far ripartire una stagione di opportunità per la nostra Italia.Sono convinto che la provincia di Salerno risponderà in maniera forte all’appello lanciato dal Pd di una partecipazione massiccia perché è in ballo non solo la leadership del Partito Democratico ma il progetto politico e quindi l’orizzonte che vogliamo dare al nostro Paese.Il nostro territorio è fucina di proposte e impegno concreto che si mobilita quando si tratta di prendere decisioni importanti come quelle che saremo chiamati a compiere domenica 4 marzo.All’intera comunità provinciale, agli amici e alle amiche democratiche e a tutti coloro che vogliono contribuire a dare un’opportunità al Paese, rivolgo l’invito a mobilitarci tutti insieme per lanciare la sfida che il Sud riparte nel segno della democrazia. Valore imprescindibile del nostro partito.Siamo soddisfatti per il lavoro svolto e rivolgiamo un caloroso in bocca al lupo ai nostri candidati, a Piero De Luca, candidato nel collegio uninominale di Salerno, consapevoli che la sua candidatura è frutto della militanza responsabile, dell'impegno e della competenza”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Docente in difficoltà sbeffeggiata dagli alunni, un genitore alla nostra redazione: "Ha fatto tutto da sola"

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

Torna su
SalernoToday è in caricamento