Maltempo, Adinolfi (M5S): “La cultura dell’emergenza si trasformi in quella della prevenzione”

L'europarlamentare salernitana commenta l’ultima ondata di maltempo che ha causato ingenti danni, oltre a Venezia, in diverse città della Basilicata, della Puglia, della Campania e della Calabria

Isabella Adinolfi

“Non ci dimentichiamo delle Regioni del Sud Italia colpite duramente dall’ultima ondata di maltempo. Aiutiamo Venezia, ma facciamo la stessa cosa nei confronti di Matera e degli altri territori messi a dura prova, rispetto ai quali noto scarsa attenzione”. E’ quanto sostiene l’europarlamentare salernitana del Movimento 5 Stelle, Isabella Adinolfi, commentando l’ultima ondata di maltempo che ha causato ingenti danni, oltre a Venezia, in diverse città della Basilicata, della Puglia, della Campania e della Calabria.

La polemica

La deputata denuncia: "Il dissesto idrogeologico è un problema strutturale che purtroppo colpisce gran parte della Nazione, da nord a sud, causando anno dopo anno disagi su disagi. Questo dovrebbe bastare a stimolare un investimento maggiore da parte del Governo centrale nella prevenzione per mettere in sicurezza i territori, senza rincorrere come si fa ogni volta le emergenze di turno. Di recente, l’Unione Europea ha dato al nostro Paese 277 milioni per la ricostruzione delle Regioni colpite duramente dagli eventi meteorologici estremi nel 2018 – conclude Adinolfi – Si cominci, quindi, ad investire seriamente queste risorse per la messa in sicurezza dei territori. L’Europa c’è ed è pronta a fare la sua parte anche stavolta. Ma è necessario che nel nostro Paese la cultura dell’emergenza si trasformi nella cultura della prevenzione e della programmazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

Torna su
SalernoToday è in caricamento