Pagamento dell’accesso agli atti al Comune di Siano: l'opposizione contro Marchese

Lo sfogo del capogruppo Antonio Buonaiuto: “Il sindaco attacca le professionalità locali. Se ha notizie di eventuali reati denunci tutto alla magistratura e non parli di trasferimento del reparto di Psichiatria a chi ha solo la colpa di contestarlo”

Buonaiuto

“Non si può fare cassa sulle spalle dei cittadini imponendo anche una vera tassa sull’accesso agli atti. Conosciamo tutti la normativa in materia, ma basterebbero il buon senso e una cifra simbolica per non pesare sulle tasche della comunità di Siano”. Anna Carmela Russo, consigliera comunale di “Siano nel Cuore”, non usa mezzi termini per bocciare la decisione della Giunta del sindaco Giorgio Marchese di far pagare un euro a chi chiede di accedere agli atti del Municipio.

La polemica

Va dritta al sodo la consigliera di opposizione: “Questa deve essere la casa di tutti e nella massima trasparenza possibile, anche se questo al primo cittadino non può piacere. La riproduzione delle informazioni su formato cartaceo è a pagamento anche in altri Comuni, ma non si può disincentivare la democratica pratica degli accessi agli atti con prezzi esorbitanti. Noi, come gruppo di opposizione, abbiamo disposto un contributo simbolico di 5 centesimi. Sarebbe un gesto che la gente apprezzerebbe. La maggioranza, durante l’ultimo consiglio comunale, ha detto che verrà incontro alle nostre richieste. Speriamo che, almeno su questo, ci sia un cambio di rotta”.

Ma a preoccupare la minoranza c’è anche la variazione di bilancio. “L’ennesimo cambio dimostra l’incompetenza di questa amministrazione”, gli fa eco Antonio Buonaiuto, capogruppo di “Siano nel Cuore”. “Marchese non se la prenda con gli artigiani locali e non mortifichi le professionalità locali. Durante l’ultima assise ha detto che, nelle passate amministrazioni, le aziende che lavoravano per conto del Comune non facevano il proprio dovere e ora sono fallite. Se ha notizie di possibili reati vada a denunciare tutto alla magistratura e non infanghi l’onore di chi va avanti onestamente. Eviti battute di pessimo gusto, come quella fatta con l’assessore Albano dove ha parlato di un trasferimento del reparto di Psichiatria in città riferendosi a chi aveva avuto solo la colpa di contestarlo civilmente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • Grave incidente in autostrada, all'altezza della barriera di San Severino

  • Suicidio all'Unisa, il cordoglio di Loia: in arrivo tre psicologi per gli studenti

  • Tutti in fila per Van Gogh: ingresso gratuito alla mostra immersiva

  • Ex coppia di Pontecagnano a "C'è Posta per te": Federica dice no a Salvatore

Torna su
SalernoToday è in caricamento