Porcellum, Giovane Italia raccoglie firme contro la legge elettorale

I giovani del Pdl hanno avviato una singolare raccolta firme contro la legge Porcellum, domenica sera, presso piazza Caduti di Brescia, a Pastena: una fetta di salame per ogni adesione

Il banchetto della raccolta firme

Una fetta di salame made in Salerno per ogni cittadino che sostiene la battaglia contro il Porcellum. Questa l'idea della Giovane Italia che, domenica sera, ha dato il via alla petizione contro la legge elettorale. "Ammazziamo il Porcellum": questo l'emblematico titolo dell'iniziativa dei giovani del PdL che hanno preso posizione in merito alla legge più discussa degli ultimi tempi.

"Condividiamo l’esigenza di cambiare la legge elettorale perché l’attuale sistema  ha creato una classe di parlamentari poco attenti ai problemi dei cittadini del loro territorio - ha spiegato Antonio Mola presidente vicario Giovane Italia - Tuttavia vogliamo spingerci oltre: il nostro appello si spinge a proporre misure per cambiare la politica. Non è quindi un’iniziativa contro il partito, ma che al partito si rivolge: la componente giovanile del PdL è favorevole all’idea delle primarie, perché sono uno strumento capace di coinvolgere la base, di rispondere alla domanda di partecipazione della gente".

Tra le proposte della Giovane Italia, il commissariamento automatico delle Regioni, delle Province e dei Comuni per eccessivo deficit e un’azione di responsabilità civile "contro amministratori, dirigenti e funzionari pubblici spendaccioni". Sognando una nuova classe dirigente, dunque, Giovane Italia ha già raccolto un centinaio di adesioni da parte di firmatari cui è stato offerto dello squisito salame cilentano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Paura a Battipaglia, rapinato un supermercato: donna ferita

Torna su
SalernoToday è in caricamento