Rissa nel carcere di Salerno, Cirielli scrive a Bonafede: "Cancelli regime celle aperte”

Il Questore della Camera annuncia la presentazione di un'interrogazione al ministro della Giustizia dopo l'aggressione subita anche dalla direttrice della casa circondariale di Fuorni

Cirielli

Dopo l’ennesimo episodio di violenza all’interno del carcere di Salerno, che ha visto coinvolta anche la direttrice Rita Romano, il Questore della Camera dei Deputati Edmondo Cirielli annuncia la presentazione di un’interrogazione urgente al ministro della giustizia Alfonso Bonafede.

La denuncia

Il parlamentare di Fratelli d’Italia va all’attacco dell’esponente grillino: “L’incapacità del ministro Bonafede sta esponendo quotidianamente la polizia penitenziaria ad aggressioni: il regime delle celle aperte, introdotto dal governo Pd, va cancellato. O almeno rivisto. Mentre il personale va aumentato e minuto di strumenti di difesa come il taser”. Per questo rivolge un appello alla Lega di Matteo Salvini affinchè appoggi “la nostra battaglia parlamentare finalizzata alla cancellazione del regime delle celle aperte, restituendo dignità e sicurezza agli agenti. Altrimenti sarà corresponsabile di quanto di grave sta accadendo nelle carceri italiane” conclude Cirielli.

Potrebbe interessarti

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

  • Battipaglia, serpente a spasso in via De Amicis: l'appello

  • Deve rinnovare la carta d'identità: l'ufficio che dovrebbe essere aperto è chiuso, la denuncia di una lettrice

  • Mare sporco a Salerno: denunce e proteste dei cittadini

I più letti della settimana

  • Incidente a Giovi: auto finisce in un precipizio, 4 feriti gravi. Scannapieco in pericolo di vita

  • Lutto a Salerno, morto il medico-pediatra Luca Budetta

  • Tragedia in Costiera Amalfitana: uomo si impicca a Vettica

  • Colto da malore appena arriva in azienda: morto 49enne ad Atena Lucana

  • Diagnosticato il linfoma di hodgkin all'arcivescovo emerito Moretti: "Mi sento in un mare di preghiere"

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

Torna su
SalernoToday è in caricamento