Montecorvino Rovella: arrivano i baby vigili

Il 4, 5 e 6 novembre il territorio di Montecorvino Rovella sarà presidiato anche dai “baby vigili”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

È questa l’iniziativa pensata dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Martino D’Onofrio, e dalla polizia locale, diretta dal comandante Massimiliano Falcone a conclusione del progetto di educazione stradale svoltosi nelle scuole di Montecorvino Rovella. I bambini delle classi quarta e quinta della scuola primaria, risultati meritevoli nell'ambito di tale progetto, con apposite uniformi ed assistiti dagli operatori di Polizia Locale, presidieranno le strade cittadine, svolgendo una vera e propria funzione istituzionale attraverso un’esperienza realistica a contatto con i cittadini.

 

I “baby vigili” con apposite uniformi ed assistiti dagli operatori di Polizia Locale presidieranno le strade cittadine, svolgendo una vera e propria funzione istituzionale. I bambini impareranno le istituzioni e le loro funzioni dall’interno attraverso una esperienza realistica a contatto con i cittadini conducenti. In ambiente protetto, in quanto presidiati dagli operatori di polizia locale e dalla protezione civile, i “baby vigili” fischieranno in caso di auto in divieto di sosta in particolare sui marciapiedi, strisce pedonali o su posti per disabili e poi aiuteranno i pedoni ad attraversare la strada in sicurezza.

Nella giornata del 4 Novembre, Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, inoltre, i “baby vigili” scorteranno il gonfalone dopo la cerimonia dell’alzabandiera.  

«La sicurezza in un territorio – spiega il sindaco, Martino D’Onofrio - nasce dall’educazione dei futuri cittadini. Ed è per questo che l’amministrazione comunale sarà sempre attenta a fornire alle scuole tutti gli strumenti necessari per rendere i nostri figli migliori di noi. Formare i cittadini del futuro rappresenta un punto focale della nostra azione di governo».

«Sin dall'inizio del nostro mandato - sottolinea il consigliere delegato alla Viabilità, Alfonso Di Vece - ci siamo posti come abbiamo posto come obiettivo prioritario il coinvolgimento delle giovani generazioni. È nostro dovere dare ai cittadini del futuro gli strumenti adeguati per acquisire una cultura civica che implichi il rispetto delle regole».

«Quando si ama il ruolo di vigile urbano – aggiunge il comandante della Polizia Locale Massimiliano Falcone - vuol dire che si ama la comunità in cui si lavora. Amare la comunità significa far sì che tutti i cittadini possano migliorare la propria qualità della vita, nel rispetto delle regole di convivenza. In particolare i piccoli studenti potranno conoscere meglio le istituzioni e le regole utili a vivere meglio ed al contempo le istituzioni saranno più attenti ai bisogni non solo di oggi, ma di domani».

Torna su
SalernoToday è in caricamento