"Scarico illegale di fanghi e odori naudebondi nel fiume Sele": la denuncia di un lettore

Una vera e propria emergenza ambientale ci viene segnalata da Oliveto Citra. L’auspicio è che gli addetti ai controlli intervengano il prima possibile per garantire la pulizia del fiume e soprattutto la tutela della salute dei cittadini

Il fiume Sele (Foto G.Gambardella)

Una vera e propria emergenza ambientale ci viene segnalata da Oliveto Citra. E, in particolare, dai residenti della contrada Ionta, che da più di cinque anni sono costretti a sentire odori nauseabondi che – secondo loro – sarebbero provocati dallo scarico di fanghi e acque non trattate (maleodoranti) nel fiume Sele. “Purtroppo – ci scrive un lettore – siamo inermi e la puzza continuiamo a sentirla”. L’auspicio è che gli addetti ai controlli intervengano il prima possibile per garantire la pulizia del fiume e soprattutto la tutela della salute dei cittadini.

Foto di Guglielmo Gambardella

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

Torna su
SalernoToday è in caricamento