Ricigliano: l'antico rito della "Turniata" in onore di San Vito

Il 15 giugno di ogni anno, infatti, nel corso dei festeggiamenti in onore di San Vito Martire, protettore degli animali, poco dopo l'alba sfilano i greggi per le stradine del paese fino a raggiugere la cappella dedicata al Santo

Foto facebook Turniata San Vito Ricigliano

Sono in corso a Ricigliano, piccolo comune al confine con la Basilicata, i festeggiamenti in onore di San Vito. Dal 6 giugno, infatti, si stanno tenendo, quotidianamente, le novene e le messe in onore di San Vito in attesa dell'evento del 15 giugno: la Turniata.

La Turniata

La Turniata di San Vito a Ricigliano è uno dei riti più antichi d'Italia risalente, addirittura, al periodo preistorico. Il 15 giugno di ogni anno, infatti, nel corso dei festeggiamenti in onore di San Vito Martire, protettore degli animali, poco dopo l'alba sfilano i greggi per le stradine del paese fino a raggiugere la cappella dedicata al Santo. Alle 11, quindi, i greggi ed i fedeli girano per tre volte (turnano) intorno alla cappella come auspicio di abbondanza. Una particolarità del rito è che se uno degli animali, durante la corsa, entra in chiesa, questo diviene di proprietà del Santo. Attesissimo, infine, anche il momento della Benedictio Sollemnis SuperAnimalia, cioè la Santa Benedizione degli Animali.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Lutto nella movida, dolore e commozione per i funerali di Enzo

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

Torna su
SalernoToday è in caricamento