Post Covid/ Passione e mascherine: castello illuminato per il compleanno granata

Il 19 giugno, la Salernitana compie 101 anni. Tifosi e amministrazione le hanno reso omaggio in modo elegante ma sobrio, fondendo fede calcistica, tradizione ma anche rispetto del distanziamento sociale in ossequio alle norme anti Covid

Foto Ganbardella

Il 19 giugno, la Salernitana compie 101 anni. Tifosi e amministrazione le hanno reso omaggio in modo elegante ma sobrio, fondendo fede calcistica, tradizione ma anche rispetto del distanziamento sociale in ossequio alle norme anti Covid. Niente caroselli d'auto, cori e spicchi di curva riportati a piazza Casalbore, come accadde l'anno scorso per celebrare il primo secolo di vita della Bersagliera.

Le inizative

Nessuno dimentica, però, di farle tanti auguri e il compleanno è stato festeggiato in maniera romantica, con un suggestivo gioco di colori. Al tramonto, nelle ore delle lettere d'amore, dunque tra il 18 e il 19 giugno, il castello Arechi - terrazza sul golfo di Salerno - è stato illumninato di granata. Suggestivo gioco di luci, in ricordo del 1919. Il Comune di Salerno si accoda alla festa. Il 19 giugno alle ore 10.30 in Duomo, Messa in suffragio di tutti i tifosi della Salernitana, celebrata dal parroco della Cattedrale, Don Michele Pecoraro. L'iniziativa è delle Generazione Donato Vestuti. In serata, sempre domani, cena ultras a Campigliano. Alle ore 19.19 del 19 giugno - orario e data simbolici -, in diretta social, il gruppo Viking Guerrieri Salerno presenterà la propria pubblicazione "Sullo stesso Drakkar" per ripercorrere i 30 anni di cammino ultras. Sorprese anche a lungomare, sempre in salsa granata ma all'orario del risveglio per evitare assembramento. A pochi metri dal porticciolo di Pastena, trionfo di striscioni, nastrini granata, bandiere.

Macte animo

E' il motto dei pionieri. E' una esortazione latina che vuol dire "coraggio". Presente nello statuto di fondazione del club, la Salernitana la rispolvererà il 20 giugno, indossando la maglia celebrativa nella sfida al Pisa. I granata sono stati anche a cena conil co-patron Mezzaroma per fare gruppo in vista della ripartenza. Macte animo sarà anche il museo digitale, un archivio documentale a disposizione del popolo granata. Il 19 giugno 1919, in Corso Umberto I° n.67 (oggi via Mercanti), veniva sottoscritto l’atto fondativo della U.S. Salernitana. Da allora, le casacche sociali - indossate dai calciatori che si sono avvicendati in cento anni di storia - hanno calcato i terreni di tutta Italia, mutando in “carne” la passione sportiva del popolo della città di Salerno. La squadra di calcio è diventata ben presto simbolo identitario della comunità salernitana ed i suoi colori e simboli sono - oggi come allora - l’iconografia di un modo di vivere e di amare la città. A centouno anni di distanza da quel lontano 19 giugno 1919, è giunto il momento di fare “sintesi” culturale e di memoria collettiva attorno al “fenomeno” sociale e sportivo rappresentato dall’U.S. Salernitana, realizzando ciò che fin’ora non è mai stato fatto: un’agorà - per ora solo virtuale - dove ogni tifoso della Salernitana e della “salernitanità” possa ritrovare le tracce del proprio passato.
Nasce così – nelle ore di festeggiamenti per il 101° compleanno della squadra granata - “Macte Animo 1919”, il museo digitale della storia dell’Unione Sportiva Salernitana. A idearlo e realizzarlo i giornalisti Umberto Adinolfi e Francesco Caolo, con la consulenza e la collaborazione di Giuseppe e Francesco Fasano. E parte da oggi il conto alla rovescia in vista dell’apertura al pubblico del museo, prevista per il prossimo mese di luglio.

Il progetto

Grazie ad un lavoro giornalistico e di ricerca storica durato quasi mezzo secolo, è stato possibile recuperare documenti, fotografie, cimeli, giornali, aneddoti che attestano e descrivono in modo plastico il cammino della U.S. Salernitana dal 1919 ai giorni nostri. A partire dai documenti della fondazione - fino al 2018 ritenuti scomparsi per sempre - riemersi la scorsa primavera, grazie ad un’attività infaticabile di esplorazione delle biblioteche, emeroteche e dei mercatini di antiquariato in molte regioni dello stivale. E così la prima pagina della minuta notarile del verbale dell’assemblea fondativa della Salernitana, insieme ad una “copia divulgativa” dello Statuto Sociale del 1919, sono tornate in città. Proprio tra le righe ingiallite di questi preziosi fogli di carta, è riemerso il motto sociale, voluto dall’allora presidente del sodalizio salernitano Adalgiso Onesti: MACTE ANIMO! L’espressione, coniata da Virgilio – che vuol dire letteralmente “CORAGGIO” - apparsa la prima volta nel Libro IX dell’Eneide e ripresa secoli dopo da Voltaire - è l’incipit ideale del nostro progetto ed è per questo che il Museo Digitale della Salernitana avrà questo nome: Macte Animo 1919. Nel 2018 e 2019 - tra l’altro - sono stati pubblicati due volumi, a cura entrambi di Geo Edizioni di Carlo Fontanelli (“C’è solo una maglia - Storia dei colori sociali della Salernitana” e “Salernitana, la Storia”), che raccontano in modo analitico e dettagliato il primo secolo di vita della squadra granata. Il volume conclusivo della trilogia dedicata alla storia granata è in corso di lavorazione.

Il logo


Il logo “Macte Animo 1919” è stato registrato presso l’ufficio Marchi e Brevetti della Camera di Commercio di Salerno lo scorso mese di giugno 2019, per proteggerlo da ogni indebito utilizzo al di fuori di quelli previsti per la realizzazione del Museo Digitale della Salernitana. E’ stata scelta un’immagine ben precisa, quella di una incisione su pietra dello stesso motto sociale, tale da renderlo “eterno” nel cuore dei tifosi granata. A disegnare il logo l’artista salernitano Luca Raimondo. E’ stato acquistato il dominio web “www.macteanimo1919.it” che dovrà ospitare il Museo Digitale della Salernitana. Di pari passo, sta procedendo spedita l’attività di digitalizzazione (ad alta definizione) di tutti i materiali in nostro possesso per renderli fruibili ai visitatori del museo. Nelle varie sezioni del sito, saranno presenti spazi pubblicitari e aree tematiche, legati ai partner commerciali che aderiranno e sosterranno l’iniziativa. E’ opportuno ricordare che tutti i materiali pubblicati dal museo saranno a disposizione gratuita di ogni visitatore, anche se protetti con il watermark del logo. Grazie alla collaborazione con gli artisti del laboratorio “Musikattiva” di Salerno, è in fase di lavorazione l’inno dedicato alla Salernitana.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • San Pietro a Cetara: la festa del cuore e delle radici, senza musica e fuochi

  • Post Covid/La Madonna delle Grazie tra preghiere e invocazioni, il virus non ferma la fede

  • Post Covid-19/Salerno "si risveglia" in estate: teatro, cinema e arte animeranno i Barbuti, l'Arena del Mare e l'Augusteo

  • Post Covid/ Le sagre ed i protocolli: genuinità fa rima con sicurezza, tanti forfait

  • Post Covid/ Passeggiate in sicurezza: natura e relax, riparte il trekking

  • Post Covid/ Allo stadio con taccuini e microfoni: via libera a giornalisti e fotografi

Torna su
SalernoToday è in caricamento