Ascoli Picchio - Salernitana 0-0: i granata escono indenni dal Del Duca

Pareggio sostanzialmente giusto tra due formazioni che hanno provato fino all'ultimo a superarsi, senza mai trovare però il colpo del KO. Un punto che non accontenta nessuno, ma che comunque muove la classifica di entrambe

Foto di G. Gambardella

La Salernitana raggranella un altro punticino lontano dall'Arechi, dividendo la posta in palio con il coriaceo Ascoli di mister Aglietti. Le due squadre hanno provato a superarsi fino all'ultimo minuto utile, ma nessuna delle due formazioni però aveva il colpo in canna per chiudere il match. Troppi gli errori, da una parte e dall'altra, negli ultimi 16 metri, anche se l'undici di Sannino ha che da recriminare con la sfortuna per il clamoroso incrocio dei pali colpito da Caccavallo direttamente da calcio di punizione. Un pari, quello conseguito al Del Duca, che non acconterà forse gli esteti del calcio, e nemmeno i tifosi che bramavano il primo colpo esterno della stagione, ma che dà comunque continuità di risultati alla squadra. Se il bicchiere è da considerare poi, mezzo pieno o mezzo vuoto, bisognerà attendere le prossime gare per capirlo. ​

LA CRONACA – Il match del Del Duca parte in sordina. Nei primi 15’ infatti nessuna azione è degna di nota, né da una parte né dall’altra, anche se il Picchio si lascia preferire per un miglior giro palla. Dal 16’in poi sale in cattedra la Salernitana, che con Coda prova a farsi vedere dalle parti di Lanni, ma il tiro (diretto probabilmente verso il fondo), viene respinto dalla linea difensiva. Al 19’ ci prova timidamente Caccavallo con un colpo di testa senza troppo pretese che si spegne debolmente tra le braccia di Lanni. Al 20’ Caccavallo ci riprova con un tiro dal limite dell’area, l’esecuzione però è da dimenticare. Al 25’ primo pericolo di marca bianconera, dovuto più ad un’errata uscita di Terracciano che dall’incisività degli avanti marchigiani, Perico comunque pulisce l’area di rigore spedendo la sfera in angolo. Al 27’ Zito, ben servito da Coda, colpisce con il mancino un palo clamoroso, l’assistente dell’arbitro però  ravvisa un off-side molto dubbio che alla fine cancella ogni rammarico per l’occasione sciupata. Con il trascorrere dei minuti la Salernitana prende in mano definitivamente il pallino del gioco e al 32’ va vicinissima alla rete con un colpo di testa del solito Caccavallo (ottimo il cross di Della Rocca), la sfera però sfiora solo l’incrocio dei pali. Al 39’Coda, ben servito da Improta viene anticipato sul più bello da Lanni in uscita bassa. Al 40’, si fa vedere per i padroni di casa Cacia con una bella girata al volo, la palla però termina sul fondo. L’occasione più ghiotta della prima frazione però arriva al 44’ ed è sempre di marca granata: Caccavallo, direttamente da calcio di punizione, colpisce un incrocio dei pali pazzesco e che grida (anche nel post gara) ancora vendetta.

Nella ripresa l’undici di Sannino prima ammortizza le prevedibili schermaglie dei marchegiani, e poi si fa sotto di nuovo al 12’ sempre con Caccavallo che in mezza girata fa venire più di qualche brivido ai tifosi locali. Al 14’improvvisa è l'accelerazione dell’Ascoli, che sfiora il gol del vantaggio con Gatto (splendidamente imbeccato in area con un colpo di tacco  filtrante di Cacia), ma l’ex granata si lascia ipnotizzare da Terracciano. Dopo lo spavento, la Salernitana risponde con un’azione quasi rugbistica di Improta, che si incunea in area e scarica un bel mancino che Lanni non trattiene, Caccavallo raccoglie e ribadisce anche in rete ma l’arbitro annulla tutto per fuorigioco netto dell’ex Paganese. Al 18’, Orsolini per poco non approfitta della solita frittata difensiva granata (Tuia e Vitale sono nel frangente quasi imbarazzanti), il calciatore bianconero però spreca malamente sparando la sfera sul fondo da posizione favorevole. Con il trascorrere dei minuti, le due squadre si allungano e al contempo l’ardore agonistico dei granata viene gradualmente meno, favorendo così le folate offensive dei bianconeri. Al 21’è Addae a rendersi pericolo dalle parti di Terracciano con un bella rovesciata che termina di poco fuori. Al 27’è invece Gigliotti a provarci a seguito di una ribattuta da tiro franco, la palla però non centra lo specchio. Al 43’la squadra granata si fa rivedere dalle parti di Lanni con un tiro di Rosina da fuori area, ma l’intervento dell’estremo difensore marchigiano è comodo. In piena zona Cesarini, Improta in percussione viene fermato quasi al momento dell’esecuzione dall’uscita bassa di Lanni a limite dell’area. Al 47’ è Gatto a rendersi pericoloso con una conclusione quasi spaccata,  Terracciano però fa buona guardia. 

Il tabellino della gara:

Ascoli Picchio (4-3-3): Lanni, Almici, Augustyn, Gigliotti, Felicioli (40’s.t.Mengoni), Giorgi (10’s.t. Addae), Bianchi (15’s.t. Carpani), Cassata, Orsolini, Cacia, Gatto. In panchina: Ragni, Cinaglia, Lazzari, Hallberg, Jaadi, Perez. Allenatore: Aglietti  

Salernitana (3-5-2): Terracciano, Bernardini, Perico, Tuia, Della Rocca, Busellato (41’s.t. Odjer), Improta, Vitale, Zito, Coda, Caccavallo (22’s.t. Rosina). In panchina:  Iliadis, Mantovani, Luiz Felipe, Laverone, Ronaldo, Donnarumma, Joao Silva. Allenatore: Sannino

Arbitro: Sig. Niccolò Baroni della sez. di Firenze

Reti: -

Note: serata tiepida primaverile, campo in buone condizioni. Spettatori:.5.655 circa di cui 350 circa di fede granata. Ammoniti: Addae, Augustyn, Carpani (A) Tuia (S). Espulsi: - . Angoli:  1-2 . Recuperi: 0’ pt - 5' st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Angri, investito da un treno mentre raggiunge il binario: grave studente

  • Incidente in litoranea ad Eboli, auto investe una donna: è morta

  • Travolta da un bus mentre attraversa la strada a Milano: grave maestra salernitana

  • Dramma alla Cittadella: medico stroncato da un infarto, inutili i soccorsi

  • Maltempo a Salerno, cade un grosso albero: disagi a Casa Manzo

Torna su
SalernoToday è in caricamento