Salernitana, a Barletta per la fondamentale vittoria da non fallire

Ore 15: stadio Puttilli, i Granata non hanno alternative alla vittoria per diradare le ombre di un momento difficile. Domenica da dentro o fuori per mister Sanderra. Dubbio sull'utilizzo di Foggia

E’ stato il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, a chiamare a raccolta tutti gli appassionati di fede granata intorno alla compagine guidata da mister Stefano Sanderra. Ha auspicato, in un momento senz’altro difficile ed aggravato dal tonfo interno della scorsa settimana contro il Pontedera, che si continui a sostenere con entusiasmo la squadra per far sì che le difficoltà possano essere superate in attesa che la dirigenza intervenga a tempo debito con i correttivi necessari affinchè si possa viaggiare con meno patemi in un campionato in cui ci sarà non poco da battagliare.

Le ombre dei malumori generali della tifoseria sull’operato di mister Sanderra, più che mai in discussione dopo il tonfo casalingo della scorsa settimana, presentano il pomeriggio di domani come un appuntamento che probabilmente dirà moltissimo sul futuro del trainer romano sulla panca dei Granata. Contro un Barletta inchiodato al penultimo posto con appena un punto raggranellato, non potrà contare sul centrocampista Montervino, il difensore Siniscalchi e la punta Topouzis, tutti appiedati dal Giudice Sportivo all’esito dell’ultima sfida all’Arechi. Ci saranno cambiamenti di uomini e modulo, in gran parte dettati dalle assenze. Lo schieramento che verrà presentato in quel di Barletta dipenderà dalla variabile Pasquale Foggia: al momento sono ferme al 50% le quotazioni che vogliono l’ex laziale, comunque convocato, domani in campo. In caso di forfait, o di ingresso a gara in corso, pronto a sostituirlo Gustavo. Restaranno sicuramente fuori Mounard e Nalini per problemi fisici. Ad affiancare Molinari al centro della difesa ci sarà dunque Tuia, Capua sarà preferito a Perpetuini come interno di centrocampo per la sostituzione di Montervino ed in attacco agirà il tandem Ginestra-Guazzo. Panchina per il neo-acquisto Ricci ed il giovane Mendicino.

Per la Salernitana è tempo di vincere senza se e senza ma: l’appuntamento con la vittoria non è più dunque rinviabile. In testa alla classifica le contendenti appaiono aver già innestato la quinta e sarà dunque fondamentale centrare il successo pieno per non perdere terreno con il vertice della classifica. Di contro un Barletta imbottito di giovani e dai valori tecnici senz’altro inferiori rispetto alla Salernitana ma pur sempre da non sottovalutare. Grossi problemi realizzativi per i biancorossi di mister Nevio Orlandi, per giunta orfani dell’attaccante più forte in rosa, La Mantia. Al seguito dei Granata circa 600 sostenitori che affolleranno in ogni ordine di posto il settore a loro destinato.

Le probabili formazioni:

Salernitana (4-3-1-2): Iannarilli, Luciani, Tuia, Molinari, Piva; Capua, Volpe, Esposito; Foggia; Ginestra, Guazzo. A disp: Berardi, Chirieletti, Sbraga, Perpetuini, Gustavo, Mendicino, Ricci. All. Sanderra.

Barletta (3-5-2): Liverani; Romeo, Camilleri , Di Bella; Cane, Prutsch, Allegretti, Cicerelli, Cascione; Picci, D’Errico. A disp. Vaccarecci, Pippa, Ilari, Romeo, Mantovani,  Branzani, Morsillo. All. Orlandi.

Arbitro: Baroni di Firenze (ass. Buonafede-Pizzagalli)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente sulla Cilentana, muore anche la 17enne di Albanella

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento