Gli "eroi" granata: Ricchetti e Breda ospiti della mostra, Ferrara in Provincia

Carlo Ricchetti, il "re del taglio", il tornante della Salernitana di Delio Rossi, è stato ospite dell'ex fornace Salid, durante la cerimonia dell'annullo filatelico. Con lui lo stakanovista Breda, mediano e capitano. Ciro Ferrara, invece, ospite a Palazzo Sant'Agostino

Carlo Ricchetti, il "re del taglio", il tornante della Salernitana di Delio Rossi, è stato ospite dell'ex fornace Salid, durante la cerimonia dell'annullo filatelico. Con lui lo stakanovista Roberto Breda, mediano e capitano. Ciro Ferrara, invece, ospite a Palazzo Sant'Agostino. Ecco altri pezzi di storia granata, altri idoli dei tifosi della Salernitana, invitati alle celebrazioni per il centenario.

La canzone e  le incursioni

Ricchetti era il numero 7 di Rossilandia, il giocatore che - citando una famosa canzone della curva Sud - "va sulla fascia, si accentra, crossa... e Pisano fa gol". Giocatore duttile e infaticabile, è diventato l'allenatore in seconda di Roberto Breda, quando il mediano e recordman trevigiano ha appeso le scarpette al chiodo per cominciare la carriera di allenatore.

L'annullo filatelico

Tutti e due, Ricchetti e Breda, sono stati ospiti stamattina, mercoledì 19 giugno, della mostra "Salernitana Cento", allestita dall'associazione 19 giugno 1919 al Parco dell'Irno, ex fornace Salid. Dopo aver visitato la mostra con i cimeli della storia della Salernitana hanno preso parte anche alla cerimonia dell'annullo filatelico presso lo sportello di Poste Italiane, una edizione speciale per il centenario della Salernitana insieme alle due cartoline, iniziativa di Lira Tv.

Il difensore e condottiero

Ciro Ferrara, la colonna della difesa della Salernitana dalla fine degli anni Ottanta, protagonista della storica promozione in serie B con Giancarlo Ansaloni in panchina, Agostino Di Bartolomei in campo e tanti altri, è stato ospite della mostra organizzata dalla Provincia di Salerno, a Palazzo Sant'Agostino per festeggiare i cento anni della Salernitana.

Palazzo Sant'Agostino e i cuscinetti volanti

"Cent'anni Granata" è la mostra allestita nel palazzo della Provincia di Salerno, fino al 4 luglio: una iniziativa dedicata al rapporto tra la città e la sua squadra di calcio in 100 anni di storia e che storia. "Una squadra di calcio ha storia, fa storia parallela alla vita della città. Questo evento ricorda, racconta, interpreta con persone, personaggi, addetti giornalisti, tifosi, artisti e festeggia una ricorrenza al di fuori di calciomercato o critiche o polemiche - spiega la curatrice Anna de Rosa - La squadra della propria città, soprattutto se non è una grande, è un porto sicuro che permette a chiunque di prendere parte al gioco identitario in cui, ogni settimana, le tifoserie si impegnano. Questo evento ha messo in relazione l'importanza dello sport con l'Arte e la Poesia". Tutto è cominciato con un video rievocativo dei cuscinetti volanti. Venivano acquistati dai tifosi prima di entrare allo stadio, avevano una duplice funzione, quella di sedersi con più comodità e quella di lanciarlo nel campo per festeggiare la vittoria. Gli ex giocatori della Salernitana si sono raccontati rispondendo alle domande dei due moderatori: la giornalista del Mattino Luciana Mauro ed il presentatore sportivo Gianni Novella. Ciro Ferrara, ex capitano e bandiera della Salernitana, ha emozionato con il racconto della propria carriera, a partire dalla promozione in Serie B ottenuta con la stessa Salernitana nel campionato di Serie C1 (girone B) nella stagione 1989-1990 e quella in Serie A nella stagione Serie B 1997-1998. Ferrara ha ringraziato i tifosisSalernitani che lo ricordano con particolare affetto. "Giocare al Vestuti era molto particolare - ha detto - per la conformazione dello stadio, in campo si avvertiva molto il "rumore" del pubblico, il suo entusiasmo". A Grimaudo, che sta per diventare nonno per la seconda volta, è stato donato il ritratto di Alessandro Granato. "Mi sento un figlio adottivo di Salerno  - ha detto Grimaudo - e so bene quanto la città soffra per questa situazione. Salerno è una città alla quale basta poco per identificarsi nella propria squadra ma che non vuole essere presa in giro. Per questo alla società dico di ripensare ai propri programmi". Spazio anche a Raffaele Imparato il più giovane, ex calciatore della Salernitana, da pochi giorni diventato papà.

Info utili

I saloni con le opere 'a tema'  saranno visitabili dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 19.00. Ecco l'elenco degli artisti in esposizione: Pino Giannattasio, Antonio Lanzetta, Angelo Lazzano, Giovanni Armenante, Pasquale Mastrangelo, Alessandro Granato, Achille D'Onofrio, Loredana Spirineo, Regina Senatore, Stefania Grieco, Anna de Rosa, Jole Mustaro, Gilda Pantuliano, Felice Arcamone, Mauro Paparella, Salvatore Cesarano, Angelo Fortunato, Antonietta Acciani, Enrico Carniani, Mario Cobàs, Monica Michelotti, Raffaela Zambrano, Alessandra Onorato, Maria Irene Vairo, Pasquale Bacco, Stefano Peluso.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Morte di Melissa La Rocca, le parole della sua prof a una settimana dalla tragedia

Torna su
SalernoToday è in caricamento