Chievo-Salernitana, 0-1: grandissimi i Granata. Matato il Chievo in Coppa Italia

Non poteva proseguire meglio questo inizio di stagione per la squadra di mister Torrente. Ottima prova, eliminati i veneti, squadra di Serie A, grazie al timbro dell'ancora superlativo Bovo al 121'

Foto di Massimo Pica (repertorio)

Secondo turno di Tim Cup grandioso: ottima Salernitana a Verona. Soffre, vacilla, rincorre, riemerge, costruisce, si salva ed è sfortunata nell'arco del tempo regolamentare. Ribatte colpo su colpo al più quotato avversario, gioca a tutto campo e non si fa sorprendere. Vince e gode all'ultimo sussulto del secondo tempo supplementare. Il Chievo viene disinnescato da un proficuo gioco senza palla e con un pressing a tutto campo. Invidiabile la condizione atletica della truppa agli ordini di mister Torrente. Nel primo tempo Paloschi,  per i padroni di casa, fa strozzare l'urlo in gola, al 29', al migliaio di tifosi di fede gialloblu presente al Bentegodi, mandando a stampare sulla traversa un colpo di testa. La Salernitana gioca alla pari, annulla in toto la differenza di categoria, e, sulle ali di un Bovo, cuore e fosforo della mediana, e di un Gabionetta, che punge e ripiega fino all'area di rigore della propria squadra, merita applausi. Al 90', sul suono della sirena, dopo la colossale palla-gol sciupata dal clivense Paloschi, il carioca va al tiro e Bizzarri si salva miracolosamente in corner. Nei tempi supplementari le squadre, provate, si affrontano a viso aperto, seppur con conclusioni dalla distanza. I Granata hanno coraggio, mostrano mentalità e non si risparmiano. Quando la partita si avvia verso la lotteria dei calci di rigore per stabilire chi delle due contendenti si aggiudichi l'accesso al quarto tuno della manifestazione tricolore, sull'asse Troianiello-Gabionetta, all'ultimissimo respiro di un match durato due ore,  viene servito a Bovo un pallone d'oro: il mediano raccoglie e di piatto batte Bizzarri. 1-0 per la Salernitana, clamoroso, ma mica tanto, al Bentegodi: gol, partita e qualificazione granata. Ed ora al quarto turno c'è lo Spezia, che ha a sua volta eliminato il Frosinone, militante in Serie A. Basta giocare come stasera per arrivare all'Olimpico contro la Roma di Garcia al quinto atto della Coppa.

Il tabellino della gara

CHIEVO VERONA (4-4-2): Bizzarri; Frey, Gamberini (84′ Dainelli), Cesar, Gobbi; Castro, Radovanovic (66′ Christiansen), Hetemaj, Birsa (84′ Pepe); Pellissier, Paloschi. A disp: Bressan, Seculin, Rigoni, Vajushi, Sardo, Cacciatore, Inglese, Mattiello. All: Maran.

SALERNITANA (4-3-3): Strakosha; Colombo, Lanzaro, Schiavi (75′ Bocchetti), Franco; Moro (56′ Sciaudone), Pestrin, Bovo; Gabionetta, Eusepi, Russotto (66′ Troianiello). A disp: Liverani, Pollace, Trevisan, Calil, Perrulli, Ronchi, Grillo. All: Torrente.

Arbitro: Giacomelli della sez. di Trieste (ass.: Marzaloni-Valeriani). IV Uomo: Serra della sez. di Torino

Rete:121' (secondo tempo supplementare) Bovo

Note: serata serena e fresca. Spettatori 1500 circa di cui una cinquantina di fede granata. Ammoniti: Cesar (C), Hetemaj (C), Pestrin (S), Franco (S), Gabionetta (S), Sciaudone (S). Angoli: 9-5. Recuperi: 0’ pt - 3′ st; 0′ pts - 1′ sts.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento