Coppa Italia, Benevento - Salernitana: le probabili formazioni

Sannino non ha ancora sciolto i dubbi sul modulo da schierare al Vigorito, sia per via della carenza di centrocampisti che per delle perplessità su Laverone. Alla fine però dovrebbe optare per un più collaudato 4-4-2 in luogo di un paventato 3-5-2

Sannino con Marco Mezzaroma - Foto:Gambardella

Stagione nuova, problemi vecchi. Son passati oramai più di due mesi dal termine dal tribolato campionato scorso, caratterizzato da sofferenze e tanta precarietà. All'alba di questa nuova annata però - che si spera possa esser foriera di maggiori soddisfazioni - la Salernitana inizia il nuovo corso ufficiale così come si era congedata, esordendo questa sera al Vigorito di Benevento per la Tim Cup, con una preoccupante carenza di centrocampisti. Carenza causata stavolta non da infortuni in serie, ma dall'improvvisa diaspora di mediani di ruolo avvenuta sia per questioni tecniche (Bacinovic e Ronaldo non hanno convinto Sannino, e per questo il club granata ha deciso di non tesserare i due calciatori), sia per opportunità di mercato (vedi Bovo a scadenza di contratto e ceduto alla Reggiana). La società ha provato a correre immediatamente ai ripari, acquistando prontamente il giovane Busellato, proveniente dal Cittadella ed autore di un buon campionato lo scorso anno tra le fila della Ternana. In vista del match di questa sera, il tesseramento dell'ex Under 21 di Gigi Di Biagio va sì a riempire la casella lasciata vuota dallo squalificato Odjer, ma non risolve nel complesso quel che è una palese carenza di uomini a centrocampo. E se a ciò aggiungiamo un certo ostracismo da parte di Sannino nei confronti del terzino Laverone, comprendiamo il perché dei tanti dubbi del tecnico nello schierare contro i sanniti il modulo a lui più congeniale, ovvero quel 4-4-2 inculcato per tutto il ritiro di Sarnano. L'allenatore in questi giorni ha fatto provare ai suoi uomini un più prudente 3-5-2, ma l'esiguità di centrocampisti, dovrebbero indurlo a non "osare" stravolgimenti e a schierare la difesa a 4, inserendo dal 1' l'esterno ex Vicenza (anche se l'ipotesi Tuia in versione terzino non è da scartare). 

Davanti a Terracciano, la linea difensiva sarà con ogni probabilità composta da Vitale e dal già menzionato Laverone sui rispettivi out, mentre  Bernardini ed il redivivo Schiavi comporranno una quasi inedita coppia centrale; a centrocampo, Moro sarà coadiuvato al centro dall'esordiente Busellato, sugli esterni invece Zito e l'ex Paganese Caccavallo avranno il compito di sfornare cross e assist per i due centravanti, i 'gemelli del gol' Coda e Donnarumma

Le probabili formazioni: 

Benevento (4-3-1-2): Cragno, Lucioni, Venuti, Camporese, Pezzi, Melara, De Falco, Del Pinto, Falco, Puscas (Mazzeo), Ceravolo. Allenatore:  Baroni

Salernitana (4-4-2): Terracciano, Laverone, Vitale, Schiavi, Bernardini, Busellato, Moro, Zito, Caccavallo, Coda, Donnarumma.
Allenatore: Sannino


Arbitro: Sig. Di Paolo di Avezzano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento