Fallimento Salernitana, De Luca: "Lavoriamo ad un progetto serio"

Il sindaco De Luca interviene a proposito del fallimento della Salernitana, chiedendo che l'ippocampo e la maglia granata siano restituiti alla tifoseria e alla città di Salerno

Sul fallimento della Salernitana calcio, verificatosi nella giornata di ieri, è intervenuto il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca: "In questo momento di profonda amarezza - ha esordito il primo cittadino in una nota stampa emessa dal comune - desidero rinnovare il mio ringraziamento alla squadra per l’impegno profuso sul campo ed ai tifosi per il senso di responsabilità manifestato nel corso dell’intero campionato ed in particolare negli ultimi mesi. Quanto accaduto conferma - la stoccata del sindaco - che anche nel calcio c’è bisogno di dignità e serietà di comportamenti, oltre che, naturalmente, di solidità finanziaria".

De Luca ricorda quindi quanto fatto dall'ente per evitare il tracollo: "Abbiamo fatto di tutto prima, durante e dopo questa penosa vicenda: ancora oggi nessuno ha saldato i debiti pregressi con l’amministrazione e, nonostante ciò, è stato concesso l’uso degli impianti sportivi. Ma si è andati oltre, garantendo aiuti concreti, negli ultimi due mesi, per la conclusione del campionato, sostenendo pienamente la squadra nella difficile fase dei play off".

Play off che hanno visto la Salernitana, al termine di una stagione difficilissima, costellata di penalizzazioni, sfiorare la promozione in serie B. De Luca guarda quindi al futuro, alla ripartenza, probabilmente, dalla serie D: "Adesso, pur in un clima di comprensibile delusione, occorre superare questa complessa situazione e lavorare fin da subito con umiltà e serietà ad un progetto sportivo adeguato al livello della nostra città. Non mancheranno le difficoltà e non sarà un cammino facile. Ma sono assolutamente fiducioso sulla possibilità di costruire un progetto sportivo di qualità, potendo lavorare in una condizione non gravata da debiti finanziari e da penalizzazioni".

Vincenzo De Luca quindi conclude: "La domanda da porsi a questo punto è se il senso di responsabilità imporrà a tutti uno scatto di dignità, iniziando dalla restituzione alla città e alla tifoseria del simbolo della Salernitana e della maglia granata. Mi aspetto che nella condizione che si è venuta a creare almeno ci sia questo gesto di rispetto per i salernitani. Ci impegneremo per giungere presto ad una soluzione positiva".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • Luci d'Artista 2019/2020: un giro d'affari di quindici milioni di euro

  • Choc in via San Leonardo, a Salerno: donna trovata morta con la gola tagliata

Torna su
SalernoToday è in caricamento