Salernitana in caduta libera, la voce dei tifosi: "Società presuntuosa, Gregucci va esonerato"

Al termine della partita persa con il Foggia, il tecnico granata ha chiesto scusa e ha fatto appello ai tifosi: "Tutti allo stadio, domenica con il Cosenza". I supporter, però, sono amareggiati e chiedono una svolta immediata

I tifosi della Salernitana, foto Gambardella

Al termine della partita persa con il Foggia, il tecnico granata Gregucci ha chiesto scusa e ha fatto un appello ai tifosi: "Tutti allo stadio, domenica con il Cosenza". I supporter, però, sono amareggiati e chiedono una svolta immediata, attraverso uno scossone, il ribaltone.

La voce dei tifosi


"Ogni commento è superfluo, non riesco ancora a comprendere cosa e chi è sceso in campo - dice Giuseppe Spina - l'ennesima prestazione mortificante che un tifoso deve assistere e subire. Si può perdere ma con dignità. Sembra che a poche gare dalla fine il rischio di retrocedere possa diventare "la ciliegina" sulla torta di una situazione ambientale già allo sbando. Mancano carattere, umiltà, tenacia e fiato, un peccato vedere un patrimonio come quello granata sciogliersi così, ed essere ricolidizzati in giro per l'Italia".

L'analisi di Paolo Toscano: "Ormai abbiamo toccato il fondo. Ci siamo presentati a Foggia con la paura di perdere e l’allenatore ha messo in campo una squadra con la speranza di non prenderle. Ovviamente dopo l’ennesima prova scialba, il risultato non poteva che essere questo. Anche se mancano due partite, l’allenatore va esonerato!". Antonio Positano riflette sul momentaccio e guarda anche all'inquilino della panchina: "Unica possibilità di salvezza è esonerare immediatamente Gregucci perché sta dimostrando di non saper gestire lo spogliatoio e di aver creato una gran confusione tattica e mentale. E' in grande difficoltà, non trasmette grinta ed è poco lucido. Forse il peggiore allenatore che abbiamo avuto. Liberate la Salernitana e liberate Gregucci". Il commento di Ciro Troise: "Ancora una gara vergognosa. Ora dipende tutto da noi, con il Cosenza bisogna vincere assolutamente. Poi tutti a casa. Ma proprio tutti".

Il commento del tifoso Mimmo Rinaldi: "Quanta vergogna anzi come diciamo noi... o scuorn nfacc ci hanno messo. Non so neanche cosa dire. E' difficile commentare il ridicolo. In altri tempi sarebbero già cadute molte teste, nel senso che molte persone sarebbero state allontanate, voltando rapidamente pagina. Invece il pesce puzza dalla testa. La faccia ce la mette solo Gregucci che chiede di andare allo stadio, ma mi pare di ricordare che fino a poco tempo fa davamo pressioni allo stadio. Io non so certe dichiarazioni siano dettate dalla concitazione del momento o meno. Nel caso in cui si trattasse di dichiarazioni ponderate, sarebbero imbarazzanti. L'unica cosa certa è che tecnico e squadra viaggiano su due binari differenti. Credo che anche gratis nessuno voglia entrare allo stadio. Loro l'hanno costruita e loro se la salvano. Ci hanno mortificato troppo. Il galleggiante si è rotto. Ora vada come vada e liberiamo la Salernitana". Queste le considerazioni di Mario De Rogatis: "Non ho più aggettivi per descrivere la mediocrità raggiunta dalla squadra: incapaci, raccapriccianti... Il livello più basso in 100 anni di storia granata. Siamo la penultima difesa del campionato, non subivamo 5 gol in casa  in campionato da 96 anni, senza la penalizzazione del Foggia saremmo ai play out col Livorno. Meglio fermarsi qui e non si intravede alcuna luce in fondo al tunnel. Il signor Lotito continua a ribadirci che siamo una delle società finanziariamente più sane del calcio professionistico? Vorrei solo ricordargli che hanno allestito una squadra scarsa, mediocre ed hanno allontanato dallo stadio gran parte della tifoseria, sana e spensierata. Basta imbarazzanti lezioni di analisi di bilancio, riconoscano il loro fallimento. Se non si batte il Cosenza, si va tutti in Lega pro, anche gli esperti di bilancio...".

Tanti messaggi anche sulla nostra pagina facebook. I tifosi rimproverano a Gregucci la docilità delle prime giornate, "soprattutto quando non ha saputo imporsi con la proprietà - scrivono i supporter - bussando a rinforzi". C'è pure chi teme la retrocessione diretta, "perchè questa squadra è sulle gambe e non è capace di fare punti".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Lutto nella movida, dolore e commozione per i funerali di Enzo

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

Torna su
SalernoToday è in caricamento