Gelbison - Comprensorio Montalto 1-1: vallesi sfortunati

I rossoblu pareggiano 1 a 1 in casa dopo la sconfitta per 3 a 0 in Sicilia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Una sfortunata Gelbison non va oltre il pareggio contro il Comprensorio Montalto. Imprecisione sotto porta e una errata applicazione del regolamento (mancata espulsione del portiere ospite per fallo dal ultimo uomo al 18' del primo tempo) da parte dell'arbitro hanno impedito agli uomini di Erra di avere la meglio di un Comprensorio Montalto che ha confermato la sua solidità. Il tecnico vallese, privo dello squalificato Manzillo, per la prima volta in stagione cambiava l'assetto della squadra scegliendo il 4-3-1-2 con De Cesare e Maiese in avanti supportati da Galantucci.

Dopo qualche minuto di assestamento la Gelbison tentava di prendere in mano il comando del gioco, ma la buona impostazione tattica dei calabresi creava più di qualche difficoltà ai rossoblu. Al 18' l'episodio che avrebbe potuto cambiare la gara. De Cesare, dopo avere eluso la trappola del fuorigioco, si presentava a tu per tu con Ramunno che in scivolata disperata lo stendeva al limite dell'area. Clamorosamente il direttore di gara decideva di estrarre solo il cartellino giallo tra le veementi proteste di giocatori e pubblico.

Attorno alla mezz'ora i padroni di casa si facevano per tre volte pericolosi dalle parti del portiere calabrese che era bravo ad opporsi sulle conclusioni di Galantucci e Maiese e sulla velenosa punizione di Santonicola.
Il primo tempo si chiudeva a reti inviolate. La seconda frazione si apriva con l'ingresso in campo di Sene che rilevava De Cesare (51'). L'attaccante senegalese, per la prima volta relegato in panchina dall'inizio della stagione, si metteva subito in mostra con un bel tiro dal limite dell'area sul quale Ramunno era costretto a rifugiarsi in angolo. Sul seguente tiro dalla bandierina la palla finiva sui piedi di Santonicola che, dal limite dell'area, esplodeva un potente destro che si perdeva di poco al lato.

Al 55' capitan Pecora veniva atterrato in area: l'arbitro senza esitazioni indicava il dischetto concedendo alla Gelbison il primo rigore della stagione. Dagli undici metri si presentava Galantucci che fraddamente spiazzava Ramunno. Il vantaggio durava solo tre minuti. Al 58', sugli sviluppi di una punizione, Okoroji colpiva innocuamente di testa, ma la conclusione era sporcata involontariamente da Mustone che con la sua deviazione spiazzava l'incolpevole Spicuzza.

Trovato il pareggio, gli ospiti, approfittando dello sbandamento della Gelbison, si rendevano pericolosi per due volte. Prima Iannelli calciava al lato al termine di una bella azione corale, poi Piemontese costringeva Spicuzza alla deviazione in calcio d'angolo. Attorno alla metà del secondo tempo, Erra decideva di tornare al 4-4-2 con gli inserimenti di Passaro e Viciconte in luogo di Maiese e Di Filippo. I rossoblu beneficiavano subito di questo riassetto tattico e iniziavano a premere alla ricerca del goal.

Al 70' la palla buona capitava sulla testa di Manzo che solo in area non inquadrava lo specchio della porta. Nell'ultimo quarto d'ora di gioco la Gelbison cingeva d'assedio l'area calabrese. Sene, entrato bene in partita, si faceva vivo dalle parti di Ramunno, ma l'attaccante non era preciso nella conclusione. All'81' Galantucci in azione personale entrava in area, ma, anzicè tirare, decideva di servire la palla in mezzo dove nessun compagno si faceva trovare pronto all'impatto con l'invitante pallone. All'84' era Santonicola a rendersi pericoloso, ma il suo assist non era raccolto dall'accorrente Viciconte.  All'87' era ancora il centrocampista di Acciaroli a portare scompiglio nella rocciosa difesa ospite.

L'azione più clamorosa giungeva al terzo dei cinque minuti di recupero. Sene, trovatosi di fronte al portiere ospite, non riusciva ad angolare bene la conclusione permettendo a Ramunno di smanacciare  in calcio d'angolo salvando la sua porta. La partita si concludeva sul punteggio di uno a uno con la Gelbison a mordersi le mani per la mancata conquista dei tre punti.

GELBISON - COMPRENSORIO MONTALTO 1-1

GELBISON : Spicuzza, Magliocca, Mustone, Santonicola, Pascuccio, Manzo, Di Filippo (26' st Viciconte), Pecora, Maiese (18' st Passaro), Galantucci, De Cesare (9' st Sene). ALL. Erra
MONTALTO​: Ramunno, Tomasseo. Poltero (44' Valeriani), Okoroji, Seck, Scarnato, Occhiuzzi, Pistininzi, Piemontese, Sifonetti (18' st Mirabelli), Iannelli (31' st Cosentini). ALL. Tortelli
ARBITRO: Mastrodonato di Molfetta, assistenti Aurora di Molfetta, Antonacci di Barletta.
RETI: 11' st Galantucci (RIG.), 13' st Okoroji
NOTE: ammoniti Scarnato, Iannelli (M); angoli 6 a 3 per la Gelbison; recupero 2'-5'

CITTA' DI MESSINA - GELBISON 3-0

Torna su
SalernoToday è in caricamento