Salerno Calcio, il Marino pronto a schierare la Juniores da domenica?

La società laziale, diretta concorrente dei blaugrana per la promozione, nel post-partita con l'Astrea ha annunciato l'intenzione di schierare la formazione giovanile per protesta contro i torti subìti

Il Città di Marino minaccia di abbandonare anzitempo il campionato, lasciando quindi strada al Salerno Calcio, diretta concorrente per la promozione nel Girone G di Serie D.

Dopo la sconfitta patita ieri nel derby laziale contro l'Astrea, il presidente del Marino Antonio Esposito ha diramato un comunicato, apparso sul sito ufficiale della squadra dei Castelli Romani:

"L'ufficio di presidenza è in questo momento in riunione per valutare la possibilità di ritirare la squadra dal campionato. Quello che ha fatto oggi l'arbitro ha dell'incredibile; non è possibile subire tre espulsioni gratuite, addirittura con un giocatore già sostituito, un calcio di rigore inesistente, a detta anche degli stessi giocatori dell'Astrea, e il primo gol viziato da una posizione di fuorigioco di Gaeta. Se diamo fastidio ce lo dicessero, noi siamo disposti a farci da parte per non scombinare i piani di vittoria finale del Salerno. Condanniamo la rissa scoppiata nel finale, sono comportamenti che non fanno bene al calcio, ma oggi l'arbitro non ha fatto altro che innervosire i nostri giocatori e permettere a qualche inserviente dell'Astrea di sostare a bordo campo per tutta la partita a istigare i nostri con la scusa di fare il raccattapalle. Mi risulta che questo Lacagnina sia lo stesso di Bacoli-Salerno, partita, come tutti ricorderete, sospesa per mancanza del numero effettivo dei giocatori del Bacoli, a testimonianza di
come sia un arbitro dal cartellino molto facile, soprattutto se si tratta di penalizzare certe squadre e di favorirne altre. Siamo stufi di subire certe
ingiustizie, è arrivato il momento di dire basta a questi giochi, perché quello che è successo oggi è sotto gli occhi di tutti. Oggi si è consumata l'ennesima truffa ai nostri danni, e con questo non aggiungo altro, mi riservo solo di trattare la questione nelle sedi e nei modi opportuni, perché mi corre l'obbligo di tutelare la società, costruita con grossi sacrifici soprattutto economici, altrimenti rischieremo, se già non l'hanno fatto, di farci tritare definitivamente a tutto vantaggio di una società che nemmeno doveva lontanamente pensare di essere inserita in questo raggruppamento
".

Lo stesso Esposito, oggi, ha poi parlato ai microfoni dell'emittente salernitana Lira Tv, confermando l'intenzione di schierare la formazione juniores già a partire da domenica prossima, per non incorrere in sanzioni economiche che sarebbero derivate dall'abbandono definitivo del campionato.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di casa e sparisce nel nulla: imprenditore trovato morto a Colliano

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Pioggia di multe per i clienti dei negozi a Scafati: scoppia la rivolta dei commercianti

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • "E' il tuo turno? Non mi interessa: ti ricevo dopo": sgarbo e razzismo all'Asl di San Severino

  • Pontecagnano, in fiamme il lido "La Vela": deviato il traffico

Torna su
SalernoToday è in caricamento