La partita che vale una stagione: Salernitana con 750 tifosi e co-patron, le formazioni ufficiali

Tutto in una gara: la Salernitana in Abruzzo, nello stadio tabù, deve provare l'impresa innanzitutto per evitare la retrocessione diretta e possibilmente anche la trappola dei playout. Sulla panchina granata debutta per la terza volta Menichini che ha scelto il modulo 4-2-3-1

Foto d'epoca scattata in occasione di Pescara-Salernitana, giocata il 9 giugno 1996

Lotito e Mezzaroma sono arrivati allo stadio Adriatico per seguire Salernitana-Pescara, gara decisiva. In campo, nell'undici base, i due Anderson, Casasola terzino destro, Mantovani al posto di Gigliotti, Jallow a sostegno di Djuric. Tutto in una gara: la Salernitana a Pescara, nello stadio tabù, deve provare a fare l'impresa, cioè a vincere, innanzitutto per evitare la retrocessione diretta e possibilmente anche la trappola dei playout.

Esordio che vale una finale

Sulla panchina granata debutta per la terza volta Leonardo Menichini che ha scelto il modulo 4-2-3-1. Non mancano i problemi di formazione, complici gli infortuni di Schiavi e Minala , il primo convocato in extremis dopo il problema muscolare al flessore, ma il tecnico originario di Ponsacco, dopo l'invito "uniti alla meta" pronunciato attraverso il sito ufficiale della Salernitana, sta provando a fare da scudo e parafulmini.

La spinta dei supporter e sguardo agli altri campi

La Salernitana sarà scortata da 750 tifosi allo stadio Adriatico: è soldi out il settore ospiti. Non siamo ai livelli dello spareggio del 1991 con il Cosenza a Pescara (campo neutro), né dell'esodo del 9 giugno 1996 in occasione dell'1-1 contro il Pescara padrone di casa che costrinse la Salernitana a rimandare il sogno serie A (la foto che pubblichiamo si riferisce a quest'ultima partita) ma non mancherà la spinta dei supporter. Arbitrerà Nasca di Bari. Occhi sul campo e orecchie incollate alla radiolina, per ascoltare in contemporanea i risultati provenienti dagli altri campi: in contemporanea giocheranno anche il Foggia, il Venezia, il Livorno.

Le formazioni uffiiciali

SALERNITANA (4-2-3-1): Micai; Casasola, Migliorini, Mantovani, Lopez; Odjer, Di Tacchio; D.Anderson, A.Anderson, Jallow; Djuric. A disp: Vannucchi, Pucino, Rosina, Gigliotti, Akpa Akpro, Calaiò, Memolla, Schiavi, Orlando, Mazzarani. All. Menichini

Il Pescara scelto da Pillon presenta un paio di dubbi. Modulo 4-3-3: Fiorillo; Balzano, Scognamiglio, Bettella, Pinto; Crecco, Brugman, Memushaj; Marras, Mancuso, Sottil. A disp: Kastrati, Campagnaro, Gravillon, Monachello, Capone, Bellini, Bruno, Farelli, Antonucci, Kanoute, Ciofani. All. Pillon

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Pioggia e vento, nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Angri, investito da un treno mentre raggiunge il binario: grave studente

  • Incidente sulla Cilentana, muore Francesco Farro: donati gli organi

  • Incidente in litoranea ad Eboli, auto investe una donna: è morta

  • Travolta da un bus mentre attraversa la strada a Milano: grave maestra salernitana

Torna su
SalernoToday è in caricamento