Decisi gli orari dei playout, i calciatori della Salernitana: "Siamo perplessi"

I calciatori del Venezia sarebbero pronti all'ammutinamento: hanno incontrato l'Associazione Italiana Calciatori, e stanno provando a boicottare le date del 5 e 9 giugno indicate dalla Federcalcio per la disputa degli spareggi salvezza. Visita dell'Aic pure al Mary Rosy

Foto Gambardella

I playout si giocheranno il 5 giugno allo stadio Arechi (andata) alle ore 20.45 e il 9 giugno, alle ore 18, allo stadio Penzo di Venezia. La Lega di serie B, recependo l'indicazione della Federcalcio, ha ufficializzato tutto. Sullo sfondo, l'ipotesi di sciopero. I giocatori di Salernitana e Venezia sarebbero pronti all'ammutinamento: sono in contatto tra loro, attraverso l'Associazione Italiana Calciatori e stanno provando a boicottare le date del 5 e 9 giugno indicate dalla Federcalcio per la disputa degli spareggi salvezza. Il presidente dell'Aic, Tommasi ha incontrato i calciatori del Venezia. Poi ha detto: "Non ci sono i presupposti perché si possa giocare uno spareggio in condizioni normali”. Il  Venezia vuole impugnare la decisione della Federcalcio al TAR ma il dato è (anzi, sembra) tratto. Infatti la Salernitana ha già chiesto di allenarsi sabato 31 maggio allo stadio Arechi a porte aperte, dalle ore 16.30, e si accinge a fissare prezzi popolari per la partita di andata con il Venezia.

Lo scenario

Un rappresentante dell'Aic, Danilo Coppola, ha fatto visita anche ai calciatori della Salernitana (Gigliotti sempre ko, da ieri pure Memolla, prove di 4-3-3). L'assocalciatori aveva già raggiunto il centro sportivo Mary Rosy nei giorni scorsi, per ascoltare ma anche per chiarire il proprio punto di vista. Adesso la levata di scudi delle squadre: a Venezia è stata convocata una conferenza stampa alla quale hanno partecipato l'allenatore Cosmi, il giocatore Bruscagin in rappresentanza della squadra e un delegato della società. Il Venezia non vorebbe scendere in campo. I calciatori della Salernitana, invece, hanno reso noto il proprio pensiero attraverso una nota ANSA: "All’esito dell’incontro tenutosi oggi con il Rappresentante dell’A.I.C. Danilo Coppola, abbiamo manifestato tutte le nostre perplessità circa la disputa dei playout. A tale proposito abbiamo chiesto al Rappresentante di valutare a livello di sigla sindacale tutta la complessa vicenda. Nell’occasione abbiamo manifestato ai colleghi del Venezia tutta la nostra solidarietà e nelle more in cui l’A.I.C. decidesse di indire uno sciopero al fine di ottenere l’annullamento dei playout noi lo sosterremo com’è giusto che sia altrimenti siamo pronti a scendere in campo nelle date stabilite dalla Lega ovvero il 5 e il 9 giugno prossimi".

L'avviso ai naviganti

Al termine del Consiglio Federale svoltosi a Roma, il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina aveva, però, commentato anche il tira e molla dei calciatori e il possibile balletto sulle date di disputa degli spareggi. Gravina, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, aveva mandato messaggi chiari, una sorta di avviso ai naviganti: "Mi aspetto di tutto ma sono preparato. Se dovessero saltare le date, è bene che si aspetti sorprese anche chi vuole portare avanti altre battaglie. Se qualcuno pensa che rispetto al concetto di diritto debba alimentare tensioni che portano ad un’altra estate calda come quella del 2018, con me sbaglia partita e impostazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • "E' il tuo turno? Non mi interessa: ti ricevo dopo": sgarbo e razzismo all'Asl di San Severino

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Furti, danni ed aggressioni davanti ai bimbi, nel negozio salernitano: il grido di aiuto di Ismail

  • Blitz dei Nas in un deposito a Salerno: maxi sequestro di bottiglie d'acqua

Torna su
SalernoToday è in caricamento