Salernitana-Avellino, 3-1. Gabionetta alla Maradona: il derby è granata

Inizio super per i Granata in campionato. Vittoria meritata. Vantaggio con Gabionetta, pari di Trotta. Nella ripresa una magia estasiante del carioca e lo squillo di Troianiello mandano ko i Lupi

Stesi i Lupi nella bolgia dell'Arechi. Spettacolo come pochi se ne vedono anche in massima serie sugli spalti e goduria per il 3-1 finale sui "cugini" avellinesi. Gabionetta si destreggia con numeri di alta scuola, da cineteca. La Salernitana vince con merito, dosa bene il fiato ed attacca con più precisione rispetto agli avversari. I Granata debuttano alla grande in campionato.

LA PARTITA. Arechi vestito a festa per il derby e la prima giornata del campionato di B. 25000 presenze sulle scalee (record della gestione Lotito-Mezzaroma) per una partita da cuori forti. E lo spettacolo sul rettangolo verde non delude le aspettative. Dalle battute iniziali le redini del gioco sono di marca bianco-verde, ma la Salernitana sa essere insidiosa, tanto da colpire un palo con Sciaudone al 3' di gioco: un sussulto da parte della torcida granata  che risuona come un boato. L'Avellino manovra, la Salernitana punge. All'11' è vantaggio per i padroni di casa: tambureggiante azione sulla destra dei Granata, aperta e chiusa da Gabionetta, che calcia dal limite dell'area avversaria, opposizione affannosa della retroguardia irpina e palla di nuovo al brasiliano che insacca per l'1-0: via Allende e zone limitrofe sono scosse da un'onda d'urto di entusiasmo, l'Arechi è un autentico ordigno che deflagra. Ma gli ospiti subito pervengono al pari, minuto 14': Trotta spacca la difesa avversaria, dopo un buon tocco illuminante di un compagno, raccoglie una respinta difettosa di Strakosha e ristabilisce l'equilibrio. 1-1 il parziale. Quattro giri di lancette a seguire, il portiere albanese ribatte un bolide dalla distanza. La Salernitana rialza la testa. Avvincente la gara, giocata su ambo i fronti senza un attimo di pausa. Al 32' Lanzaro di testa impegna in una plastica respinta Frattali e, appena 1' dopo, calcia dal limite, con lo specchio della porta libero, fuori. Al 40' i Granata reclamano un calcio di rigore, ma per il direttore di gara è tutto regolare. Squadre al riposo sul parziale di 1-1.

Ripresa. Arranca la Salernitana, nei primi 10' l'Avellino colleziona corner a raffica. Ma i padroni di casa scoccano un lampo che fulmina duramente gli avversari: all'11' Gabionetta riceve un lancio dalla sinistra, stoppa di petto appena dentro l'area di rigore, con il destro si porta la sfera sul sinistro, disorienta le marcature e, da posizione decentrata, fa partire una parabola bassa a giro che si insacca sul palo alla destra di Frattali: è un 2-1 da capolavoro, gode l'ineguagliabile torcida granata. Donnarumma, poco dopo, penetra per vie centrali ma, dal limite, ciabatta la conclusione. Sul capovolgimento di fronte Trotta affonda dalla sinistra, scompiglio in area granata con un nulla di fatto. Il match prosegue a fasi alterne, gli ospiti spingono senza precisione, la Salernitana è sorniosa ed amministra. Al 40' l'Avellino con Mokulu va di sfondamento, Stakosha sbroglia. Irpini che, poco dopo, ci provano sugli sviluppi di un ennesimo corner ma, nuovamente, a mancare è la stoccata vincente. La truppa di mister Torrente mantiene la freschezza e la mente lucida, i ragazzi di mister Tesser sono confusionari. Palpitano i cuori dei sostenitori granata, fiato sospeso. Sul filo del triplice fischio, che dà il là alla veemente esplosione finale di ardore e passione, c'è gloria per Troiniello, che sigla la rete del 3-1 con gli avversari sbilanciati in avanti alla disperata ricerca del pari. Derby e tre punti aggiudicati per la Salernitana. Chi ben comincia...e i Granata cominciano al top. Applausi per tutti in un pomeriggio da incorniciare, in campo e sugli spalti.

Il tabellino della gara

SALERNITANA (4-3-3): Strakosha; Colombo, Lanzaro, Schiavi, Franco; Sciaudone (8'st Moro), Pestrin, Bovo; Donnarumma, Eusepi (dal 1'st Coda), Gabionetta (dal 21'st Troianiello). All.: Torrente. A disp.: Ronchi, Pollace, Trevisan, Perrulli, Empereur, Rossi.

AVELLINO (4-3-1-2): Frattali; Nitriansky (dal 21'st Giron), Biraschi (dal 33'st Nica), Rea, Visconti; Gavazzi, Arini, Zito; Insigne; Trotta, Tavano (dal 13'st Mokulu). All.: Tesser. A disp.: Offredi, D’Angelo, Soumarè, Jidayi, Bastien, Chiosa.

Marcatori: 11'pt Gabionetta (S), 14'pt Trotta (A), 11'st Gabionetta (S), 50' st Troianiello (S).

Arbitro: Chiffi di Padova (Avellano – De Troia). IV uomo: Nasca.

Note: pomeriggio caldo e campo in perfette condizioni. Spettatori complessivi: 24000 circa con almeno 2000 di fede ospite. Ammoniti: Gabionetta (S), Visconti (A), Moro (S), Colombo (S), Schiavi (S), Mokulu (A). Recuperi: 4'pt - 6'st. Angoli: 5-8.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento