Salernitana-Lecce: 2-1. I Granata Ben cominciano in una Bellissima serata

Grande prova. Ribaltato l'iniziale vantaggio del Lecce con Miccoli grazie ai colpi di Ginestra e Siniscalchi

All’Arechi di Salerno, davanti a quasi 15000 cuori granata, si fronteggiano Salernitana e Lecce. Match tra big del girone, partita interessantissima che innalzerebbe alle stelle l’entusiasmo della vincente, al primo atto della stagione, lungo l’avvincente cammino verso la conquista della serie B. 4-3-3 annunciato per la Salernitana di mister Stefano Sanderra: quartetto difensivo Luciani-Molinari-Siniscalchi-Piva e debutto dal 1’ per Pasquale Foggia, immediatamente arruolato col compito di accelerare la manovra dei padroni di casa in fase di costruzione, forte della copertura del trio Montervino-Esposito-Volpe, e di trovare suggerimenti per la coppia d’attacco Ginestra-Gustavo. Mister Francesco Moriero risponde schierando il suo Lecce con un camaleontico 4-4-1-1: Miccoli fantasista a lumeggiare la manovra con il solo Zigoni innanzi a sé. Compatto il blocco difensivo e di centrocampo dei salentini, pronto ad interdire le folate offensive della Salernitana e a rilanciare le trame offensive. Standing ovation per la coreografia della torcida di casa ad illuminare di colore e calore la tiepida serata dell’Arechi.

Al pronti-via Salernitana determinata, già al 3’ l’estremo difensore ospite, Perucchini, è chiamato alla parata da Volpe. Foggia, già dalle prime battute defilato sulla destra, costantemente cerca il lancio a tagliare la difesa del Lecce nel tentativo di trovare la zampata mortifera dei compagni di squadra. Lecce più compassato che gioca in scioltezza. Al 7’ Montervino serve Ginestra che, nel tentativo di trovare la stoccata di testa, viene anticipato in angolo. Cinque giri di lancetta dopo, l’atteso Miccoli si presenta alla platea con un’insidiosissima punizione calciata fuori bersaglio di un’inezia sulla quale, però, Iannarilli è ben piazzato. Buona la condizione atletica del Lecce, la Salernitana, dal canto suo, arranca leggermente. Al 20’ Ginestra spizzica la sfera a lato sugli sviluppi di un traversone da tiro d’angolo. Al 25’ il vantaggio del Lecce: errore di Volpe, lancio immediato dalla mediana giallorossa da parte di Bogliacino a servire Miccoli, il quale infila Iannarilli, vanamente proteso a scongiurare il vantaggio siglato dall’ex palermitano. Qualche minuto più tardi Iannarilli salva su Miccoli, il quale aveva ottimamente scambiato con Melara. Salentini che legittimano il vantaggio e mostrano una certa fluidità della manovra. Lo stesso Miccoli al 37’ si incunea pericolosamente nell’area di rigore granata e Piva, in ripiegamento difensivo, salva come può. Salernitana leggermente sulle gambe che pare accusare il colpo dopo un abbrivo di match, prima della rete subita, comunque positivo. Al 40’ i padroni di casa pungono proprio quando il Lecce sembra poter andare negli spogliatoi all’intervallo sul prezioso risultato di vantaggio: Ginestra, con un colpo di testa, schiaccia in rete su cross dalla destra di Luciani. E’ 1-1. Non succede più nulla fino al termine della prima frazione, il tutto è rimandato al secondo tempo. Risultato parziale tutto sommato giusto.

Nella ripresa la Salernitana indietreggia il baricentro del proprio schieramento, Foggia arretra di molto sulla sinistra a dar man forte al centrocampo e ad tenere brevissime le distanze con le retrovie. Lecce che tiene le redini del gioco e Miccoli, al 6’, calcia a lato da favorevole posizione. Giallorossi che guadagnano metri grazie ad un buon fraseggio mentre la Salernitana appare al quanto sulle gambe. Al 14’ limpida occasione per i granata ma Esposito non riesce a trovare la conclusione vincente tra le maglie difensive dei dirimpettai. Al 16’, a sorpresa,  la Salernitana trova il vantaggio: punizione dalla trequarti di Molinari, serie di rimpalli in area giallorossa e tiro di controbalzo di destro di Siniscalchi, in pregevole esecuzione, che sorprende la disattenta retroguardia leccese. A dir poco arroventato l’Arechi al vantaggio dei propri beniamini, un’autentica bolgia che incita a non arretrare, un visibilio collettivo dei tempi d’oro. Al 22’ Iannarilli salva su Miccoli, ottimo il disimpegno dell’estremo difensore di casa. Lecce sempre pericoloso nonostante paia calare sensibilmente di ritmo. Al 29’ la Salernitana manca clamorosamente il tris, tre uomini in maglia granata da favorevolissima posizione non riescono ad assestare il colpo del ko ad un Lecce progressivamente meno sicuro di sé con lo scorrere dei minuti. Al 33’ spizzicata di testa di Zigoni ben neutralizzata da Iannarilli. Partita che procede a fasi alterne con una Salernitana che dimostra di saper soffrire e restare compatta. Al 44’ palo del Lecce che vede infrangersi sul legno alla sinistra di Iannarilli la possibilità del pareggio dopo la conclusione dalla distanza di Bogliacino. Un brivido freddo serpeggia tra le scalee dell'Arechi. Scampato il pericolo, nei tre minuti di recupero concessi dal Sig. Lanza prima del triplice fischio, la Salernitana relega i salentini nella loro metà campo e li mantiene in costante apprensione. Quando il direttore di gara decreta la fine delle ostilità esplode la gioia dell’Arechi, positiva la prestazione della Salernitana che ribalta l’iniziale risultato di svantaggio sul definitivo 2-1 a favore e debutta nel migliore dei modi in campionato conquistando tre punti importantissimi attraverso una prestazione di carattere. Il Lecce cede l’onore delle armi proprio ad una diretta concorrente per la promozione diretta in serie B. Per la Salernitana migliore in campo Iannarilli, che tiene su con buoni interventi i suoi; positiva la prova di Gustavo, Esposito, Ginestra e Montervino. Rimandati Volpe e Molinari. Più che sufficiente la prestazione degli uomini più attesi, Pasquale Foggia e Fabrizio Miccoli.

Il tabellino della gara:

SALERNITANA (4-3-3): Iannarilli, Luciani, Molinari, Siniscalchi, Piva, Montervino, Esposito, Volpe, Foggia (dal 25’ st Mounard), Ginestra (dal 31’ st Guazzo), Gustavo. All.: Stefano Sanderra. A disp: Berardi, Tuia, Sbraga, Zampa, Capua, Mounard, Guazzo.

LECCE (4-4-1-1): Perucchini, Bencivenga (dal 25’ st Doumbia), Vinetot, Martinez, Rullo (dal 16' st Nunzella), Bellazzini, Salvi, Bogliancino, Melara, Miccoli, Zigoni (dal 35’ st Beretta). All.: Francesco Moriero. A disp: Bleve, Ferrero, Nunzella, Tundo, Doumbia, Falco, Beretta.

Arbitro: Claudio Lanza di Nichelino

Assistenti: Matteo Bottegoni di Terni e Nicola Fraschetti di Perugia

Marcatori: 25’ pt Miccoli (L), 40’ pt Ginestra (S), 16’ st Siniscalchi (S)

Ammoniti: Vinetot, Rullo, Bencivenga, Miccoli (L); Luciani (S).

Note: angoli 4-3 per la Salernitana, recupero 0' pt - 3' st, serata tiepida e terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori complessivi: 13977.

Potrebbe interessarti

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • Perde il cellulare con le foto del figlioletto morto: le restuiscono solo la scheda, lo sfogo della mamma di Alessandro

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Dramma a Nocera, precipita dal tetto di una scuola: muore operatore

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Festeggiano il matrimonio in un ristorante ma non pagano il conto: neo sposini nei guai

  • Salerno, i Nas chiudono laboratorio di analisi: sequestri anche in provincia

Torna su
SalernoToday è in caricamento