Salernitana-Savoia: 2-0, all'Arechi è sinfonia di primato

Vincono e convincono i Granata che ipotecano la gara già nel primo tempo: prima Nalini e poi Negro siglano un successo importante. La squadra di mister Menichini è sulla via giusta per far sognare in grande i suoi sostenitori

La Salernitana c'è. Per il primo posto e per la vittoria del campionato manda un altro veemente segnale alle rivali. Un 2-0 sul Savoia da squadra forte, intensa, tonica e tatticamente intelligente. Dopo otto gare disputate, sono 18 i punti appannaggio di Nalini e compagni, imbattuti e decisi sempre più a restare al comando. Non ci poteva essere pomeriggio migliore per introdurre la settimana che avvia ad un altro derby, quello contro il Benevento, altra bocca di fuoco del campionato.

LA PARTITA. Ottava giornata del campionato di lega pro girone C. Pomeriggio quasi estivo a Salerno. La Salernitana ha urgenza della vittoria dopo i pareggi contro Melfi e Foggia e per dare un chiaro segnale da grande alle rivali per la promozione diretta in Serie B. Un solo successo fin qui per la compagine granata, capolista insieme al Benevento, ed incalzata da un fitto plotone di inseguitrici. Sotto gli occhi di patron Claudio Lotito, tornato in tribuna, nessuna novità rispetto alle previsioni della vigilia nel derby di oggi per quel che concerne lo schieramento agli ordini del trainer Menichini: 4-2-3-1 con il quartetto difensivo completato da Pezzella sulla sinistra e con la pedina più in palla della rosa, Nalini, più forte dell'affaticamento muscolare e che va prendere posto sull'out destro della trequarti. Il giovane Savoia di mister Bucaro si presenta a Salerno con un accorto 3-5-2 in cerca di punti che lo facciano attestare in acque tranquille della graduatoria.

Partono bene i padroni di casa, che dettano ritmi intensi; all'abbrivo Volpe va alla conclusione e trova la parata di Santurro. Al 9' il Savoia risponde con veemenza: Del Sorbo serve in velocità D'Appolonia, Gori ribatte il suo tiro in corner. Due giri di lancette dopo, buona manovra della Salernitana sulla tre quarti da destra verso sinistra: Nalini per Calil che serve Negro il quale allarga sulla fascia per Pezzella, il cross di quest'ultimo trova l'inzuccata vincente di Nalini per il vantaggio dei Granata. Partita a ritmi intensi con la Salernitana che sfrutta appieno la disattenzione della difesa oplontina nell'occasione della rete dell'1-0. Preme ulteriormente la truppa del coach menichini, Colombo se ne va sulla fascia di propria competenza, il cross basso è ribattuto dalla retroguardia del Savoia, la sfera termina a Pestrin che da fuori area fa partire una staffilata deviata da Santurro in angolo. Gli ospiti appaiono comunque vivi, al 17' cross di Cremaschi per la testa di Del Sorbo, l'uscita di Gori in presa alta evita complicazioni. Ficcanti le ripartenze dei Bianchi, ma i pericoli per la Salernitana non sono rilevanti. Al 25' Nalini svirgola su suggerimento smarcante in area ospite. Fase di stanca del match nel cuore della prima frazione, complice l'inatteso caldo che avvolge Salerno. Al 40' è ancora gioia per gli oltre ottomila tifosi granata: prolungato possesso di palla della Salernitana, sfera a Nalini sulla destra che crossa verso l'area avversaria, Negro, con un colpo di testa basso, da distanza ravvicinata spedisce la palla in rete: è 2-0. Il Savoia, trafitto quando il primo tempo sembra concludersi senza novità, prova comunque a rendersi pericoloso, ma il cross al 43' è facile preda di Gori. Allo scadere azione solitaria di Calil, che si infila tra tre avversari, ma Santurro lo ferma in uscita. All'intervallo è doppio vantaggio per la Salernitana, che appare arbitro della contesa: alza e abbassa i ritmi della gara, colpisce quando le si presenta l'azione propizia con un Gori a fare buona guardia nelle poche volte in cui è impensierita da un Savoia comunque volenteroso.

Nella ripresa va al piccolo trotto la Salernitana in avvio. Il sempre ottimo Nalini, al 6', lascia il campo per Tuia, andando meritatamente a rifiatare in panca. 1' dopo pericolo in area granata, lo spiovente dalla sinistra non trova l'impatto con la palla nè di Del Sorbo nè di Gori. Al 10' Volpe va alla conclusione nello specchio della porta senza esiti. Il match si trascina con blande azioni a fasi alterne. Al 18' Scarpa, da poco fuori dell'area di rigore granata, chiama Gori all'efficace intervento. Al 23' Scarpa si destreggia bene in area di rigore della Salernitana, il destro trova la deviazione di Gori in corner. Le punizioni calciate dall'avanti in maglia bianca caratterizzano gran parte di questa ripresa nell'arco della quale, al 27', fa ingresso in campo Gabionetta al posto di Colombo, facendosi rivedere in campo dopo più di qualche settimana. Non fa grandi cose in proiezione offensiva la Salernitana ma contiene quanto basta un Savoia che dipana una manovra al quanto approssimativa. Poco dopo l'ammonizione a Bianchi che, diffidato, salterà il big-match di Benevento, al 38' fuori un applauditissimo Pestrin, la cui prestazione anche quest'oggi è di provata affidabilità, e dentro Bovo, immediatamente gettato nella mischia da mister Menichini ad appena un paio di giorni dall'arrivo alla corte granata. Lo stesso allenatore della Salernitana viene allontanato dalla panchina dal direttore di gara sul finale per aver oltrepassato più volte la delimitazione dell'area tecnica a lui riservata. Poco prima del triplice fischio si vede Gabionetta alla conclusione, il suo tentativo rasenta il palo e si spegne sul fondo. Gori, altra prova più che positiva per lui,  tuffandosi in presa, nel recupero nega ai Bianchi il gol della bandiera. Sale alto l'urlo di battaglia dell'Arechi ad accompagnare il triplice fischio dell'arbitro. La Salernitana mostra i muscoli, battendo il Savoia con un ineccepibile 2-0 e confermandosi squadra da primato con la quale chi vorrà vincere il campionato dovrà seriamente battagliare.

Il tabellino della gara

SALERNITANA (4-3-1-2): Gori; Colombo(dal 27'st Gabionetta), Lanzaro, Bianchi, Pezzella; Favasuli, Pestrin (al 38'st Bovo), Volpe; Calil; Negro, Nalini (dal 6'st Tuia). A disp.: Russo, Tuia, Franco, Giandonato, Grillo. All.: Menichini

SAVOIA (3-4-3): Santurro; Di Nunzio, Rinaldi, Sirigu; Cremaschi, Sevieri (dal 31'st Gargiulo), Gallo (dal 1'st Esposito), Sabatino; D'Appolonia, Scarpa, Del Sorbo (dal 33'st Di Piazza). A disp.: Gragnaniello, Checcucci, Sanseverino, Corsetti. All. Bucaro

Arbitro: Dei Giudici della sezione di Latina (Bernabei-Sechi)

Marcatori: 11'pt Nalini (S), 40'pt Negro

Note: pomeriggio quasi estivo, campo di gioco in ottime condizioni. Spettatori totali 8047 di cui circa 300 di fede ospite. Osservato, prima dell'inizio dell'incontro, 1' di raccoglimento in onore di Claudio Roscia. Ammoniti: Pestrin (SAL), Di Nunzio (SAV), Tuia (SAL), Bianchi (SAL). Espulso al 42'st l'allenatore della Salernitana Menichini. Angoli:1-5. Recuperi: 0'pt - 4'st.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Luci d'Artista, domenica da record: albero e ruota panoramica presi d'assalto dai visitatori

  • Politica

    Due discoteche chiuse nel Salernitano, Salvini: "I delinquenti vanno puniti"

  • Cronaca

    Trema la Campania, scossa di terremoto registrata anche nel Salernitano

  • Cronaca

    Cava, bomba carta distrugge l'auto di Mena Avagliano: "Non mi fermerò"

I più letti della settimana

  • Trema la Campania, scossa di terremoto registrata anche nel Salernitano

  • Suicidio a Pagani, donna si toglie la vita: comunità sotto choc

  • Panico sul raccordo Sa-Av, assalto ad un portavalori: scontro a fuoco con la Polizia

  • Stroncato da un infarto mentre lavora: muore operaio di Salerno

  • Drammatico incidente sull'A2, all'uscita di Eboli: morto il conducente di un furgoncino

  • Choc all'ospedale di Eboli, medico muore in bagno per un malore

Torna su
SalernoToday è in caricamento