Rogo del treno granata: Salerno ricorda Simone, Peppe, Ciro, Enzo

Sono trascorsi 21 anni da quel tragico 24 maggio 1999: nella carrozza 5 morirono 4 tifosi della Salernitana, di ritorno da Piacenza

Un momento della cerimonia

Sono trascorsi 21 anni da quel tragico 24 maggio 1999: nella carrozza 5 morirono 4 tifosi della Salernitana, di ritorno da Piacenza. Salerno li ricorda con fiori al cimitero (l'assessore Caramanno in visita), striscioni nei quartieri e l'intitolazione al centro sportivo Mary Rosy.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cerimonia

Si è svolta questa mattina la cerimonia di intitolazione dei tre campi e della Sala Stampa del C.S. “Mary Rosy” a Ciro Alfieri, Vincenzo Lioi, Giuseppe Diodato e Simone Vitale. Presenti alla cerimonia i familiari dei ragazzi, una rappresentanza dei tifosi, il direttore sportivo Angelo Fabiani, l’arcivescovo di Salerno Monsignor Andrea Bellandi, l’Assessore allo Sport del Comune di Salerno Angelo Caramanno e il Consigliere comunale con delega allo Sport del Comune di Pontecagnano Gaetano Nappo. “Ci teniamo a ringraziare di cuore tutte le persone presenti qui stamattina” ha dichiarato il direttore Fabiani. “Avremmo voluto condividere questo momento con molte più persone ma purtroppo l’emergenza Covid-19 ci ha chiamati a dover rispettare determinate regole. Era nostro dovere realizzare quanto fatto per ricordare quattro figli di Salerno che amavano i colori granata. Ringraziamo Monsignor Bellandi per aver accettato il nostro invito e l’Assessore Caramanno che ci supporta costantemente nelle nostre iniziative”. “La Salernitana è un patrimonio della città e quella di oggi è una grande opera realizzata in una prospettiva futura importante” ha aggiunto l’Assessore Caramanno. “Siamo qui per ricordare quattro di noi, certe cose ce le portiamo nel cuore per sempre e intitolare queste strutture ai nostri compagni di viaggio è una cosa straordinaria. Tutti noi qui presenti stamattina abbiamo un sogno nel cassetto e quello che è stato realizzato qui al C.S. “Mary Rosy” è un passaggio importante. Ringrazio la Salernitana e il direttore Fabiani per il lavoro che stiamo facendo insieme e il Monsignore Bellandi con cui è sempre un grande piacere parlare di calcio e di sport”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

Torna su
SalernoToday è in caricamento