Savoia-Salernitana, 0-1: gol pesantissimo di Tuia. Trema il Benevento

Il gol del terzino piega un positivo Savoia. Prima parte del primo tempo da supremazia assoluta, ma la rete non arriva. il Savoia si fa coraggio e dà grattacapi ai Granata. Fino a quando non arriva la rete che rilancia a mille le ambizioni di gloria

Foto di Massimo Pica (archivio)

Centrati tre punti che riecheggiano da Torre Annunziata ed arrivano a Benevento, rilanciando il guanto di sfida agli Stregoni per la conquista diretta della Serie B. E' parso un pomeriggio che si stesse indirizzando verso il trionfo nei primi 20' della prima frazione, con Pestrin e soci che sciupano tre chiarissime palle-gol. Poi si eclissano e prestano il fianco, nella prima parte del secondo tempo, ad un Savoia dimentico dei suoi mille gravi problemi societari. Tuia, uomo della provvidenza, griffa una vittoria tutt'altro che scontata nella sostanza di una gara sempre vibrante. Ora la leadership del Benevento vacilla, Sabato all'Arechi davanti a ventimila cuori, e privi di Trevisan e Pestrin, i Granata sono chiamati all'operazione sorpasso.

LA PARTITA. Missione dall'esito imprescindibile: portarsi a -2 in classifica dal Benevento, capoclassifica. Contro un Savoia impelagato in zona retrocessione, afflitto da una seria crisi societaria che vede la squadra non percepire stipendio dallo scorso autunno ed in un Giraud disertato dalla tifoseria locale in aperta contestazione contro la dirigenza, la Salernitana è chiamata al colpo da tre punti per braccare tenersi ad un tiro di schioppo dagli Stregoni per un big match del 7 Marzo tutto da vivere. Il trainer Menichini conferma l'ormai consuetudinario 4-3-3, nessuna novità nella composizione, con Pestrin che non marca visita e prende anche quest'oggi le chiavi del centrocampo. Nalini-Calil-Mendicino in attacco e retroguardia con Colombo, Lanzaro, Trevisan, Bocchetti. Per il Savoia mister Papagni schiera la sua giovane truppa (età media 24 anni) con un 4-3-3. Sugli spalti 500 tifosi di fede granata ed alcune decina di sostenitori locali.

Si giocherella in avvio con i Bianchi che prendono in controtempo la difesa ospite, Favasuli ostacola Leonetti a pochi passi dal tu per tu con Gori, l'attaccante di casa termina giù in area ma per il direttore di gara si tratta di simulazione. All'11' Mendicino addomestica la sfera, penetra in area e calcia di destro, respinta di Gragnaniello. Incomincia a macinare gioco la Salernitana. Al 15' cross al bacio dalla sinistra di Calil, Mendicino si incunea ed incorna la sfera, Gragnaniello ribatte di piede. Sempre più preponderante la supremazia dei Granata, che al 19' confezionano un'altra limpida palla-gol: Favasuli dalla destra lancia basso in area per Calil che non aggancia a pochi metri dalla prorta difesa da Gragnaniello. Poco dopo Colombo crossa in avanti, Favasuli svetta libero e manda la palla fuori bersaglio. E' ormai chiaro il canovaccio della gara, col Savoia che palesa limiti tecnici anche e soprattutto in difesa. Al 28' break dei padroni di casa con Verruschi che dai 30 metri spara di non molto oltre il montante della porta difesa da Gori. Qualche minuto dopo è Bocchetti ad impattare di testa su una punizione-cross di Calil, la palla è abbondantemente sul fondo. Il vantaggio granata sembra cosa fatta al 35', Nalini, ben imbeccato, tenta la stoccata in area ma per il Savoia è pericolo scampato. La truppa del coach Papagni agisce di rimessa mentre la Salernitana si affloscia, rimediando l'ammonizione di Pestrin oltre a quella precedente di trevisan: ambedue, in diffida, salteranno òla gara di Sabato all'Arechi contro il Benevento. Si inceppa la manovra ospite, priva di spunti sugli esterni. All'intervallo è 0-0, la Salernitana è  in vena di fare sfraceli solo per i primi 20' con tre nitide occasioni da gol non capitalizzate, salvo poi scadere sul piano dell'inventiva. Il Savoia fa quel che può e regge.

Al 2' della ripresa D'Apollonia svetta su una punizione dalla destra e sfiora la rete del vantaggio a pochi passi dalla porta avversaria. partono male i Granata, i Bianchi svariano su tutto il fronte offensivo. All'11' buona iniziativa di Franco, Pestrin conclude tra le braccia di gragnaniello. Si scalda la partita sugli spalti, con l'ingresso in curva dei supporters di casa. Pericolo per i Granata pochi minuti a seguire, quando Moro perde palla e dà il là alla volata offensiva dei padroni di casa che si conclude con un nulla di fatto. Al 16' Bocchetti perde platealmente palla, la manovra d'attacco orchestrata da Scarpa e D'Appolonia non sortisce effetti. Al 19' insidioso il Savoia, traversone di Scarpa dalla distanza per Checcucci, il quale in area aggancia ma non riesce a battere a rete a pochi passi da Gori. I Bianchi efficacemnete incominciano a lanciare in verticale per il veloce D'Appolonia, che fa venire i brividi a Lanzaro e soprattutto a Bocchetti. Al 26' ci prova Colombo dal limite, palla sul fondo. Al 28' è vantaggio per la Salernitana, sugli sviluppi di un corner traversone basso di Nalini, palla a Tuia, da poco entrato al posto di Bocchetti, che batte Gragnaniello. Rete reboante, che sbroglia una partita in cui i Granata si stavano impelagando. Arruffona la reazione del Savoia, ma non accade nulla di rilevante fino al triplice fischio. E' vittoria per la Salernitana, di misura contro un generoso Savoia. Nono successo in trasferta per i Granata, il Benevento è ora a +2. La freccia è azionata, Sabato all'Arechi il sorpasso?

Il tabellino della gara

SAVOIA (3-4-3): Gragnaniello, Verruschi, Sirigu, Riccio, Checcucci, Saric, Cremaschi (dal 30'st Boilini), Pizzutelli (dal 38'st Partipilo), Leonetti, Scarpa, D'Appolonia (dal 35'st Ferrante). A disposizione: Volturo, Vosnakidis, Panariello, Giordani. All.: Papagni.

SALERNITANA (4-3-3): Gori; Colombo, Lanzaro, Trevisan (dal 1'st Franco), Bocchetti (dal 25'st Tuia); Moro (dal 34'st Bovo), Pestrin, Favasuli; Nalini, Calil, Mendicino. A disp.: Russo, Perrulli, Gabionetta, Cristea. All.: Menichini.

Arbitro: Fiore di Barletta (ass.: Argentieri-Malacchi)

Marcatore: 28'st Tuia (SAL)

Note: pomeriggio primaverile, manto di gioco in buone condizioni. Secondo tempo incominciato con alcuni minuti di ritardo  per la riparazione di un buco alla rete della porta alle spalle di Gori. Spettatori: 1000 circa. Ammoniti: Leonetti (SAV), Trevisan (SAL), Pestrin (SAL), Scarpa (SAV), Sirigu (SAV), Gori (SAL), Pizzutelli (SAV). Angoli: 2-3.  Recuperi: 1'pt -3'st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Costiera a lutto, è morto prematuramente il maresciallo Perrelli

  • Concorso per OSS a Salerno, annunciate anche oltre 500 assunzioni di medici e amministrativi

  • Maximall di Pontecagnano: arriva "Mondo Convenienza", nuovi posti di lavoro

  • Caso sospetto di Coronavirus a Battipaglia: esito negativo, allarme cessato

  • Colto da malore sull'uscio di casa: muore commerciante a Tramonti

Torna su
SalernoToday è in caricamento