"Salutiamo il Siberiano": gli ultras granata ricordano Carmine Rinaldi

Il 12 aprile è una data scolpita nel cuore dei tifosi. Omaggio all'indimenticato leader, striscioni in città

"Quella è nostra, è la nostra vita, è la Salernitana". Così Carmine Rinaldi "Siberiano", indimenticato capo ultras, difendeva la Bersagliera da tutto e tutti, pure da patron non sempre avvezzi al dialogo, anzi restii a considerare la Salernitana "bene comune". Così un giorno Siberiano, in una delle rarissime interviste televisive, ribadì il concetto: la Salernitana è dei salernitani. Poi un giorno Siberiano volò in cielo e il 12 aprile non è una data come le altre per gli ultras granata e per i vecchi Granata South Force, il gruppo della folgore nella stella. In città, in queste ore, sono stati affissi striscioni in suo ricordo. Il suo amico Ciccio Rocco attraverso un post pubblicato su FB lo ha ricordato con queste parole: "Cosí stanotte voglio una stella a farmi compagnia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Paura a Battipaglia, rapinato un supermercato: donna ferita

Torna su
SalernoToday è in caricamento