rotate-mobile
Attualità

Aumentano i costi di farine e cereali: dal 1° aprile lievita fino al 30% il prezzo del pane, in Campania

Il rincaro è stato deliberato unanimamente dai panificatori campani che hanno preso parte, il 24 marzo, ad un incontro sul tema

Scatterà dal 1° aprile un aumento percentuale medio del 30% per kg da applicare tanto al pane, quanto agli altri derivati: lo annunciano da Confcommercio. Il rincaro è stato deliberato unanimamente dai panificatori campani che hanno preso parte, il 24 marzo, all'incontro promosso dal presidente Provinciale Confcommercio Campania Distretto di Avellino Oreste La Stella e dal presidente provinciale dei panificatori Confcommercio Campania Distretto di Avellino Enrico Savelli. A prendere parte al tavole, anche il presidente regionale dei panificatori Confcommercio Campania Domenico Filosa ed il presidente dei panificatori di Confcommercio Campania Distretto di Salerno, Nicola Guariglia, oltre al responsabile beneventano della categoria Alessandro Morzillo.

La motivazione

Considerati gli aumenti dei prezzi di farine, cereali, materie prime in generale, nonché dei costi delle utenze più che raddoppiati, dunque, i panificatori hanno optato per tale aumento del prezzo potrà variare tra le diverse aziende in base ai singoli costi di gestione e in base ai singoli prodotti. Tale rialzo va inteso quale massimale percentuale, al fine di continuare a garantire le norme a tutela dei consumatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano i costi di farine e cereali: dal 1° aprile lievita fino al 30% il prezzo del pane, in Campania

SalernoToday è in caricamento