rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Attualità

De Luca boccia l'autonomia differenziata, Calderoli "ringrazia" e il Governatore replica: "Così non perdi tempo"

Calderoli: "Stanno chiedendo il ritiro di una proposta, la mia proposta, che non essendo mai stata presentata da nessuna parte non si vede come possa essere ritirata"

La Regione Campania chiederà il ritiro del ddl sull'autonomia differenziata presentato dal ministro per gli Affari Regionali Roberto Calderoli, nella Conferenza Stato-Regioni in programma domani. Lo ha annunciato, in una conferenza stampa nella sala De Sanctis di Palazzo Santa Lucia, il Governatore Vincenzo De Luca.

La nota della Regione


"L'ipotesi Calderoli prevede solo una consultazione, un parere della commissione parlamentare di cui il governo può non tenere conto. Tutto si riduce a un rapporto a due tra Presidente del Consiglio e Presidente della Regione. Il Ministero dell'Economia ha 30 giorni di tempo per esprimere il suo parere, poi si va nel silenzio assenso su una materia così delicata. Il Parlamento viene svuotato di poteri", ha osservato De Luca. Altro punto centrale riguarda i livelli essenziali delle prestazioni, i cosiddetti Lep. In bozza, ha spiegato De Luca, "ci si dà un anno per definirli, trascorso il quale si va avanti comunque. È intollerabile che si faccia una proposta di Autonomia differenziata senza la preventiva definizione dei Lep. Dobbiamo sapere prima quali sono le prestazioni da garantire in maniera equa a tutti i cittadini italiani e poi si può procedere con l'Autonomia differenziata".  Inaccettabile, per la Campania, è il meccanismo che prevede il "congelamento della spesa storica in base al quale chi più ha avuto continua ad avere e chi meno ha avuto continua a perdere". Come intollerabile è "l'Autonomia delle regioni su personale scolastico, personale sanitario e personale previdenziale. Realizzarla significherebbe distruggere l'unità del Paese. Dare la possibilità alle Regioni più ricche di fare contratti regionali a integrazione di quelli nazionali rischierebbe di generare un nuovo flusso di mobilità dal Sud al Nord per medici e docenti. Sarebbe un disastro che falserebbe il mercato del lavoro e accentuerebbe ulteriormente il divario tra Sud e Nord". Infine c'è il problema della compartecipazione al gettito fiscale. "La parte in cui l'Iva viene lasciata alle singole regioni è ricca di contraddizioni - ha spiegato ancora il presidente - Dire che l'accordo si fa senza maggiori oneri per la finanza pubblica non è vero. Anche l'articolo 119 viene richiamato in termini generici e non cogenti". 

Le conclusioni

Considerazioni che portano il presidente a definire la bozza ministeriale "un provvedimento che genera solo caos e che spacca in due il Paese". Per questo "faremo un fronte con altre regioni del Sud come Calabria, Basilicata, Puglia, Molise e Lazio ma ci sono segnali per un sostegno anche da parte delle Regioni del Nord. Da domani siamo in battaglia per difendere l'unità nazionale". L'augurio è che "anche il premier Meloni dimostri di volere difendere quella identità nazionale di cui tanto si è parlato".

Il documento inviato alla conferenza delle Regioni

La risposta di Calderoli

E nel pomeriggio, il ministro Calderoli ha replicato a De Luca: "Ringrazio dell’interesse manifestato sull’autonomia differenziata da parte del governatore campano Vincenzo De Luca e dei tanti, parlamentari o sindacati, che stanno chiedendo il ritiro di una proposta, la mia proposta, che non essendo mai stata presentata da nessuna parte non si vede come possa essere ritirata. Quello che ho messo sul tavolo è una bozza di lavoro per iniziare a confrontarci e a lavorare: auspico che la versione definitiva di questo testo possa essere scritta con il contributo di tutte le Regioni".

La controreplica di De Luca

"Il ministro Calderoli ringrazia per l'attenzione della Campania all'Autonomia differenziata. E' un aiuto amichevole al ministro. Un modo per non fargli perdere tempo a vuoto".


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca boccia l'autonomia differenziata, Calderoli "ringrazia" e il Governatore replica: "Così non perdi tempo"

SalernoToday è in caricamento