rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Attualità Nocera Inferiore

Sanità, De Luca a Nocera: "Situazione drammatica, rischiamo chiusura dei pronto soccorso"

Il governatore della Campania è intervenuto a margine dell'inaugurazione dei lavori di una nuova rotatoria nella città di Nocera Inferiore

"In questi dieci giorni, abbiamo avuto due grandi soddisfazioni politiche". A dirlo è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a margine dell’inizio dei lavori per la realizzazione di una rotatoria a Nocera Inferiore, rispondendo ai cronisti che gli chiedevano cosa si aspetta dall'incontro, in programma venerdì prossimo, con il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Roberto Calderoli. "Sull'autonomia - sottolinea il governatore - è stata accettata la linea della Regione Campania e cioè prima si definiscono i Lep, i livelli essenziali delle prestazioni, per tutta Italia e poi si definiscono i poteri. Da questo punto di vista, Calderoli ha fatto una scelta importante perchè ha accettato di fare prima i Lep entro sei mesi". 

L'incontro col ministro

"Faremo di più perchè venerdì presenteremo a Calderoli anche un elenco di interventi che si possono fare immediatamente, a Costituzione invariata - annuncia - rapporti con le Sovrintendenze, autonomia per i piani paesaggistici, autonomia della Regione per quanto riguarda i pareri per opere pubbliche di interesse regionale, autonomia per i porti, autonomia per le autorizzazioni di impianti energetici alternativi". "Insomma - constata l'ex sindaco - la linea della burocrazia zero cui stiamo lavorando da anni. Queste cose le possiamo fare da subito, in due mesi. Poi, in sei mesi, faremo la revisione dei livelli essenziali di prestazioni per l'autonomia". Per De Luca, l'altra "grande soddisfazione ha riguardato la sanità" perché "abbiamo fatto almeno cinque anni di battaglia all'ultimo sangue per il riequilibrio del fondo sanitario nazionale. Per la prima volta hanno deciso di considerare anche il livello di deprivazione sociale, cioè lo stato generale di povertà in alcuni territori e anche l'aspettativa di vita che, in Campania, è più bassa rispetto al resto d'Italia. Questo ci consentirà di recuperare dal 2023 i 200 milioni di euro che ci rubavano fino ad oggi. La forza della Campania è che abbiamo proposto sempre una linea di coerenza. Vogliamo che ci siano, per tutti i cittadini italiani, gli stessi diritti e gli stessi doveri".

L'ironia sulle "carcioffole"

De Luca ha auspicato che la nuova rotatoria sia realizzata già per il periodo di Pasqua. E, parlando proprio delle festività pasquali, ha ricordato le carcioffole: “Da queste parti non le mangio dal lontano 1978, quando venivo a Capocasale per le riunioni sindacali dei braccianti agricoli. Ricordo le battaglie, la Mcm andata com’ è andata, le fabbriche Spinelli e Gambardella. L’Agro Sarnese Nocerino è fortunato rispetto ai miei tempi da sindaco di Salerno, quando bisognava elemosinare fondi dalla Regione”.

"Rischiamo chiusura pronto soccorso"

De Luca ha anche parlato della questione sanità: "In Italia abbiamo una situazione non di crisi, ma drammatica, per quanto riguarda il personale medico e ospedaliero e in particolare per i pronto soccorsi. Non hanno fatto niente quelli di prima e non sta facendo niente il Governo attuale. Rischiamo di non poter tenere aperti i pronto soccorsi principali, quelli dove ci si salva la vita. Diventa inevitabile, non c'è altra soluzione". "Sono 15 anni - ha spiegato De Luca - che nessuno programma un accidente di niente. A gennaio in tutta Italia avremo una situazione di una difficoltà inimmaginabile e dovremo fare i conti con la chiusura di alcuni pronto soccorsi perché non ci sono i medici. In Campania abbiamo fatto almeno 5 concorsi, ma per l'area dell'emergenza-urgenza non partecipano, e quando partecipano dopo 48 ore chiedono il trasferimento ad altre strutture ospedaliere, e non possiamo fare nulla ovviamente per impedirlo". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, De Luca a Nocera: "Situazione drammatica, rischiamo chiusura dei pronto soccorso"

SalernoToday è in caricamento