Amalfi: ecco come richiedere i buoni spesa

La domanda può essere presentata anche scaricando il modulo in formato pdf dal sito del Comune di Amalfi, compilandolo in formato editabile su PC o a mano ed inviandolo via mail

Il Comune di Amalfi ha dato il via, da oggi, alle richieste per accedere ai benefici del fondo di solidarietà alimentare, il contributo per sostenere le famiglie in emergenza economica a causa del Coronavirus. Il fondo erogato dal Governo in disponibilità al Comune di Amalfi è di 32mila euro e sarà destinato alle famiglie che si trovano in difficoltà, è una tantum e non è periodico così come stabilito dalle norme che lo hanno istituito.

Come richiedere il buono

Il Comune di Amalfi ha attivato sul portale istituzionale la pagina www.amalfi.gov.it/richiesta-fondo-alimentare appositamente dedicata al fondo di solidarietà alimentare, dalla quale è possibile fare la domanda dal proprio cellulare o pc restando da casa. Basta inserire i propri dati personali mano mano che la schermata li richiede.

La domanda può essere presentata anche scaricando il modulo in formato pdf dal sito del Comune di Amalfi, compilandolo in formato editabile su PC o a mano ed inviandolo via mail all’indirizzo carotenuto@amalfi.gov.it. Solo nel caso in cui non fosse possibile ricorrere alle modalità sopra indicate, si può procedere alla compilazione cartacea del modulo, imbucandolo nella cassetta posta all'ingresso dell’ufficio protocollo del Comune di Amalfi, avendo sempre cura di rispettare le distanze interpersonali e le note norme igieniche.

Nel caso fosse necessario supporto per la compilazione del modulo, dal lunedì al venerdì è possibile chiamare il numero 089 8736220 dalle ore 10:00 alle 12:30, oppure il numero 339 2393196 dalle ore 16:00 alle 18:00. Le domande pervenute non saranno esaminate in ordine cronologico, per cui non sarà riconosciuta alcuna preferenza a chi le ha consegnate prima.

Il Comune di Amalfi, ai fini di una prima ricognizione della platea degli interessati, invita a presentare le istanze entro lunedì 6 aprile alle ore 13:00. Tuttavia, sarà comunque possibile presentare istanza anche nei giorni seguenti ove emergessero nuovi bisogni per ulteriori nuclei familiari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Agli Uffici dei Servizi sociali di ciascun Comune, come prevede la norma, è affidato il compito di individuare la platea dei beneficiari ed il relativo contributo tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dal Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento