Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

Nella circolare viene fornito l’elenco dei laboratori che possono effettuare la diagnosi molecolare su campioni clinici respiratori

Nuovo aggiornamento della circolare ministeriale, sul fronte emergenza Coronavirus. La Regione Campania, come è noto, ha istituito il numero verde 800909699 al quale rivolgersi per qualsiasi informazione. Intanto, dal Ministero della Salute sono state diffuse nuove disposizioni in materia: nella circolare viene fornito l’elenco dei laboratori che possono effettuare la diagnosi molecolare su campioni clinici respiratori secondo protocolli specifici di Real Time PCR per SARS-CoV-2 indicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Per la Campania il riferimento è l’U.O.C. Microbiologia e Virologia, laboratorio Biologia Molecolare e Virologia dell’Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi-Cotugno (Via Leonardo Bianchi, Napoli). Il riferimento è il dottor Atripaldi (335/1260641). Leggi>>>La Circolare

La situazione in Costiera

Tirano, inoltre, un sospiro di sollievo, i cittadini della Divina. In particolare, il delegato alla sanità Andrea Reale, sindaco di Minori, della Conferenza sindaci della Costiera Amalfitana, rassicura tutti:

“Siamo in grado di rassicurare che in merito al caso sospetto sono state effettuate le analisi presso il Cotugno di Napoli le quali hanno ESCLUSO che la persona analizzata fosse affetta dal virus Covid – 19 Coronavirus. Non ci sono casi di coronavirus in Costiera Amalfitana.

Va peraltro ribadito che, per garantire la piena funzionalità dell’apparato sanitario di emergenza, è indispensabile che siano rispettati i protocolli e le direttive disposte dalle autorità. In particolare non vanno intasate le strutture di pronto soccorso in base a sintomi generici come febbre alta o tosse, che possono riferirsi a una molteplicità di patologie: occorre che le unità di intervento possano dedicarsi ai soli casi realmente sospetti, che riguardano chi può aver avuto contatti con persone contagiate. E’ poi necessario il rispetto assoluto delle norme di igiene, a partire dal lavaggio ripetuto delle mani. Chi ha dubbi da chiarire o indicazioni da chiedere deve in prima battuta rivolgersi ai numeri telefonici predisposti dal Ministero o dalla Regione oppure al medico curante. Va ribadito che l’organizzazione sanitaria nazionale e locale è pienamente impegnata nelle misure rivolte al controllo del contagio e all’assistenza alle persone malate. Anche il punto di soccorso dell’ospedale Costa d’Amalfi, come ha dimostrato proprio questo caso, è allertato in funzione di una situazione non semplice ma rispetto alla quale si stanno adottando provvedimenti di sicura affidabilità”

Parlano i sindaci

Ed intanto, il Comitato dei Sindaci del Distretto Sanitario 71 Sapri-Camerota e quello del Distretto Sanitario 67 Mercato San Severino, rende note le direttive da seguire per prevenire il virus. I primi cittadini di Sapri, Alfano, Camerota, Casaletto Spartano, Caselle in Pittari, Celle di Bulgheria, Centola, Ispani, Morigerati, Roccagloriosa, Rofrano, San Giovanni a Piro, Santa Marina, Torraca, Torre Orsaia, Tortorella, Vibonati, Baronissi, Bracigliano, Calvanico, Fisciano, Mercato San Severino e Siano, dunque, fanno sapere che:

I cittadini di rientro da zone in cui sono stati accertati casi di Coronavirus (COVID-2019) e che abbiano o ritengono di aver avuto "Contatto stretto" con il virus laddove per “Contatto stretto” si intende:

‐ Operatore sanitario o altra persona impiegata nell’assistenza di un caso sospetto o confermato di COVID-19, o personale di laboratorio addetto al trattamento di campioni di SARS-CoV-2.
‐ Essere stato a stretto contatto (faccia a faccia) o nello stesso ambiente chiuso con un caso sospetto o confermato di COVID-19.
‐ Vivere nella stessa casa di un caso sospetto o confermato di COVID-19.
‐ Aver viaggiato in aereo nella stessa fila o nelle due file antecedenti o successive di un caso sospetto o confermato di COVID-19, compagni di viaggio o persone addette all’assistenza, e membri dell’equipaggio addetti alla sezione dell’aereo dove il caso indice era seduto (qualora il caso indice abbia una sintomatologia grave od abbia effettuato spostamenti all’interno dell’aereo indicando una maggiore esposizione dei passeggeri, considerare come contatti stretti tutti i passeggeri seduti nella stessa sezione dell’aereo o in tutto l’aereo).

Il collegamento epidemiologico può essere avvenuto entro un periodo di 14 giorni prima o dopo la manifestazione della malattia nel caso in esame.

Dovranno 

- informare il Sindaco del comune;
- non recarsi presso il pronto soccorso;
- contattare il numero verde regionale 800.90.96.99 attivo tutti i giorni dalle 8:00 alle 20:00; 
- restare a scopo precauzionale in auto isolamento fino a intervento del personale sanitario; 
- contattare il 118 per prima procedura di triage telefonico. 


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Suicidio a Salerno, si lancia dalla finestra e muore sull'asfalto

  • "Alimenti scaduti nel mio pacco": il direttore del Banco Alimentare risponde alla mamma di Pontecagnano

  • Coronavirus: 1° contagio a San Mango e nuovo caso a San Severino, i nomi dei pazienti

  • Covid-19: muore una salernitana, 341 contagi in provincia. Primario in via di miglioramento

  • Coronavirus a Cava de' Tirreni, morto luogotenente dei carabinieri

  • Coronavirus in Campania, i casi positivi salgono a 2231: i dati

Torna su
SalernoToday è in caricamento