"Il Covid-19 clinicamente scomparso?", le parole di Zangrillo sono un caso nazionale: l'invito di Polichetti (Udc)

Polichetti: "Inviterei tutti ad essere più seri e moderati nel modo di comunicare, cercando se possibile, di evitare i sensazionalismi e gli scoop, alla continua ricerca di una effimera visibilità mediatica che risulta stucchevole ed irriguardosa"

Polichetti

Sono diventate un caso nazionale, con ripercussioni locali, le parole pronunciate da Alberto Zangrillo, direttore di Terapia Intensiva al San Raffaele di Milano, intervenuto ieri a "In mezz'ora in più" su Rai 3, secondo cui il Covid-19 "clinicamente non esiste più". A dire la sua, il responsabile nazionale alla Sanità e alle Politiche Sociali dell'Udc, il dottor Mario Polichetti: "A proposito dell’epidemia da Coronavirus inviterei tutti ad essere più seri e moderati nel modo di comunicare, cercando se possibile, di evitare i sensazionalismi e gli scoop, alla continua ricerca di una effimera visibilità mediatica che risulta oltremodo stucchevole ed irriguardosa, se contrapposta ad un dramma sociosanitario che ha stroncato moltissime vite, distrutto gli affetti e l’economia gettando sul lastrico centinaia di migliaia di persone", ha sottolineato Polichetti.

Parola al direttore di Terapia Intensiva

Intanto, all'Adnkronos Salute, Alberto Zangrillo precisa: "È veramente strano constatare che la verità porti alla contrapposizione tra scienziati. Ho dichiarato, e lo ripeto, che il virus è clinicamente inesistente. Non ho mai affermato che il virus è mutato, e soprattuto ho visto con i miei occhi le drammatiche conseguenze dell'epidemia nella sua fase acuta. La mia dichiarazione nasce dall'osservazione clinica", ribadisce l'esperto che conferma di appoggiare tutte le raccomandazioni di buonsenso in merito alle strategie per contenere l'epidemia. 

La precisazione del direttore Zangrillo

Sono rinfrancato dalla forza della verità perché quello che ho detto non è che il virus è scomparso, come maliziosamente qualche testata ha messo nei titoli. Io sono certo che il virus sia ancora tra di noi, però ci sono tanti virus tra di noi. Io ho detto testualmente 'il virus è clinicamente inesistente, scomparso'. Se uno omette il clinicamente per farmi del male, fa del male a se stesso".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Covid-19: muoiono altri 4 positivi, 11 decessi in 24 ore nel salernitano. Altri casi in 10 comuni

Torna su
SalernoToday è in caricamento