rotate-mobile
Attualità

Covid, lo studio: "Nei pazienti affetti da cancro la vaccinazione azzera la mortalità"

È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista internazionale Oncology focalizzato nel valutare l’andamento del Covid nei pazienti oncologici

Nei pazienti affetti da cancro la vaccinazione azzera la mortalità. È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista internazionale Oncology focalizzato nel  valutare l’andamento del Covid nei pazienti oncologici. Uno studio coordinato dal Prof. Giuseppe Di Lorenzo, Direttore della Uoc Di Oncologia  del Dea di Nocera- Pagani-Scafati presso l’Asl di Salerno, e che vede tra i principali coautori i dottori  Carlo Buonerba, Bruno D’Ambrosio, Concetta Ingenito, Michela Iuliucci, Luca Scafuri, l’Oncologia di Pagani e l’Universita’ di Firenze.

Lo studio

Lo studio in questione si è basato su un campione di circa 150 pazienti affetti da cancro, di cui un terzo era vaccinato al momento dell’infezione. Nei pazienti vaccinati, la mortalità associata al Covid è stata dello 0%, mentre nei pazienti non vaccinati la mortalità associata è stata del 7.6%. La vaccinazione, inoltre, avrebbe azzerato l'incidenza di polmoniti associate al Covid ed avrebbe ridotto il tempo di negativizzazione di ben 8 giorni.

Quarta dose

Ma non è tutto: dallo studio è emerso anche che i pazienti, pur vaccinati, si sono reinfettati dopo 4 mesi.  "Questi dati - si legge nella nota dell'Asl - contribuiranno senz’altro a spingere sulla quarta dose, fondamentale per le categorie fragili come  per l’appunto chi è affetto da tumore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, lo studio: "Nei pazienti affetti da cancro la vaccinazione azzera la mortalità"

SalernoToday è in caricamento