menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Luca sul Covid: "In Campania non si andrà nelle seconde case", poi annuncia i lavori a Salerno e Battipaglia

De Luca ha anche annunciato che dalla prossima settimana, gradualmente, saranno riattivate l'attività chiururgica e le prestazioni. Poi il passaggio sui dati falsi

"Oggi la percentuale dei positivi è del 9%, sotto il 10%. Questi risultati sono il frutto delle nostre scelte, della chiusura anticipata delle scuole, del filtro che abbiamo fatto in estate per chi veniva dall’estero e di tutte le ordinanze di maggiore rigore che abbiamo adottato, non grazie alle misure del governo”. Lo ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca nel corso della sua consueta diretta Facebook del venerdì. De Luca, dunque, è tornato a parlare della campagna mediatica di diffamazione messa in campo contro la Campania "per distogliere l'attenzione dalle problematiche delle regioni del Centro-Nord", come lui stesso ha sottolineato, evidenziando che “la zona rossa è una operazione solo propagandistica perchè è aperto tutto". A tal proposito De Luca si è detto concorde con le ultime scelte rigorose del Governo, fatta eccezione per le chiusure dei negozi che attualmente appare insensata. “Condivido la limitazione degli spostamenti tra regioni e comuni - incalza De Luca - I numeri Covid confermano quello che avevo anticipato nelle scorse settimane,: la Campania sarà la Regione che uscirà prima e meglio delle altre dall'epidemia”.

Fiero del fatto che la Campania resti la regione con la minore mortalità d’Italia e che i ricoveri risultino occupati al 40%, nonchè le terapie intensive al 26%, il presidente della Regione punta il dito contro "i dati clamorosamente falsati delle altre regioni, e non aggiungo altro”.

De Luca sulle vaccinazioni

“Siamo una Regione all’avanguardia anche sotto questo aspetto. Sono arrivati quasi un milione e mezzo di vaccini antinfluenzali e ci stiamo attrezzando anche per le vaccinazioni anti-covid. Nella prima decade di gennaio faremo una sorta di esercitazione generale per sperimentare il piano organizzativo messo in piedi. Intanto stiamo fornendo a tutte le strutture sanitarie congelatori a meno 80 gradi per accogliere da metà gennaio i vaccini”.

Prestazioni sanitarie

De Luca ha anche annunciato che dalla prossima settimana, gradualmente, saranno riattivate l'attività chiururgica e le prestazioni.

L'anticipazione

In Campania, come sottolineato da De Luca, non sarà possibile andare nelle seconde case durante il periodo festivo, nel tentativo di ridurre ogni spostamento. Poi l'appello ai cittadini: "Siate rigorosi e responsabili, a prescindere dalla classificazione della zona: vale la pena per il pranzo delle feste, vedere anziani a gennaio ricoverati in terapia intensiva?", ha chiesto, esprimendo anche preoccupazione per il picco influenzale previsto a gennaio.

Oltre il Covid

Dati e considerazioni Covid a parte, il Governatore ha annunciato le prossime mosse per la crescita economica della Campania che punterà allo sviluppo di un sistema industriale agricolo all'avanguardia, alla soluzione dei problemi storici come quello ambientale e di depurazione delle acque e agli interventi di riqualificazione urbana. "A Battipaglia arriva l'alta velocità per poi estendere il servizio fino al Cilento, a Salerno è in fase di realizzazione la spiaggia fino a Pontecagnano e sarà completata piazza della Libertà, la più bella d'Europa sul mare con tanto di parcheggio", ha concluso De Luca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Indice RT: in Campania il più basso d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento