menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal nuovo "tentativo di furto ai danni del Sud", al "Natale senza festa" fino ai nuovi bus: De Luca fa il punto sul Covid

L'avviso di De Luca: "Senza un mese di gennaio sotto controllo, non potremo procedere con le vaccinazioni e quindi prolungheremo il contagio per mesi"

Dalla necessità di procedere con la sburocratizzazione per realizzare opere pubbliche, ai fondi europei e alla ripartizione sbilanciata delle risorse tra Nord e Sud che va combattuta per via istituzionali per scongiurare l'ennesimo "furto a danno del Sud". Così il Governatore della Campania Vincenzo De Luca ha esordito nella consueta diretta del venerdì su Facebook. Tra gli altri argomenti trattati, i nuovi autobus per rinnovare il parco della Campania, ad iniziare dall'acquisto di 259 pullman, utilissimi anche per migliorare il trasporto scolastico ed aumentarlo del 40% dei mezzi con la ripresa dell'attività in presenza, dopo l'Epifania. "Vediamo come evolve l'epidemia, ma è bene prepararsi a fare ciò che è necessario", ha detto il Governatore.

La nuova ordinanza

Circa la posizione della Campania per l'emergenza Covid-19, resta ferma la richiesta per un assoluto rigore: "In queste due settimane noi ci giochiamo il futuro del nostro Paese per vedere se a gennaio ci sarà una ecatombe o no. Continuiamo ad avere 800 morti al giorno e ricominciano la manfrina del rilassamento per il quale stiamo pagando oggi ancora le conseguenze", ha sottolineato.

La Campania virtuosa per il fondo sociale europeo

Parla De Luca

Noi vogliamo aprire tutto, ma per sempre, senza cedere alla demagogia, riaprendo tutto e poi chiudendo dopo una settimana. Basta alla lamentosità perchè siamo in guerra e siamo di fronte a un mese decisivo: gennaio, per via del picco influenzale tra fine dicembre e inizio gennaio. Senza un mese di gennaio sotto controllo non potremo procedere con le vaccinazioni e quindi prolungheremo il contagio per mesi.  Ecco perchè dobbiamo essere rigorosi, non come Torino, Milano dove le persone, dopo l'uscita dalla zona rossa, si sono riversate in strada...possiamo anche impiccarci con le nostre mani. Quest'anno Natale, Capodanno non esistono: raccoglimento familiare e religioso sì, ma non feste normali, se no andiamo verso il disastro.

Abbiamo un problema delicato a Napoli con 1 migliaio di contagi al giorno: faccio un appello caloroso ai nostri cittadini, nell'area metropolitana e un po' Caserta. Occorre prudenza e massimo rigore. In Campania, intanto, 140 ricoveri in terapia intensiva. Confermato, poi, il più basso tasso di mortalità rispetto agli abitanti in Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Indice RT: in Campania il più basso d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento