rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Attualità

De Luca sul palco con Letta: "Democrazia ad un bivio". Poi ironizza su Calenda e Conte

Il governatore De Luca è intervenuto, questa mattina, a Taranto ad una Convention del Partito Democratico

"Facciamo una operazione verità sul piano politico. Il sistema politico italiano, la democrazia italiana, è davvero al bivio. In questo momento si sta accumulando un sistema istituzionale frantumato, un sistema dei partiti balcanizzato, una crisi sociale drammatica. Avevamo tutte le ragioni e tutti gli obblighi per mettere insieme una coalizione che fosse in grado di contrastare il centrodestra e offrire una possibilità di governo alternativo all'Italia. Non siamo riusciti a farlo perché ci sono state alcune componenti politiche che rispetto all'obiettivo di salvare l'Italia hanno preferito scegliere di salvare se stessi". Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Enzo De Luca, partecipando a una convention elettorale in Puglia alla presenza del segretario nazionale del Pd Enrico Letta e del governatore pugliese Michele Emiliano. 

Le frecciate ironiche su Calenda e Conte 

"Sento Calenda, che - ha aggiunto in modo sarcastico De Luca- apprezzo molto per il suo spirito sportivo. Credo sia europarlamentare eletto dal Pd, forse immagina di essere stato vincitore di concorso. Noi tutti dovremmo essere invece debitori nei confronti dell'organizzazione. Abbiamo davanti due settimane che saranno pesanti, difficili, decisive per questa campagna elettorale". "Dobbiamo trovare più convinzioni nelle nostre ragioni - ha osservato De Luca - e dobbiamo fare uno sforzo per proporre argomenti agli indecisi, agli astenuti".  Non è mancata ironia anche verso il leader del M5S Giuseppe Conte: “A Conte vorrei dire che ho la sensazione che sia come un turista svedese. Vorrei dirgli: ma tu sei stato presidente del Consiglio per tre dei quattro anni di questa legislatura, mica puoi fare il turista...". "Lo vedo appropriarsi dell'agenda sociale - ha detto ancora De Luca riferendosi a Conte - ma qualcuno di noi ha speso anche la vita per la povera gente, non aspettavamo certo te". E ancora, rivolgendosi a Conte, De Luca ha dichiarato: "Hai fatto una scelta di difesa dei Cinque Stelle, non dell'Italia. Noi l'agenda sociale la difendiamo più dei Cinque Stelle". E a proposito del reddito di cittadinanza, De Luca ha rammentato che prima "c'era un altro misura, il reddito di inclusione, c'era ed aveva una caratteristica diversa perchè consentiva un ruolo diverso ai Comuni". Infine ha ricordato che a Napoli sono 170mila i percettori del reddito di cittadinanza e dai controlli fatti è risultato che "5 milioni di euro sono stati regalati a chi non aveva nessun diritto". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca sul palco con Letta: "Democrazia ad un bivio". Poi ironizza su Calenda e Conte

SalernoToday è in caricamento