De Luca replica a Gramellini: "Abbiamo posti letto sufficienti"

De Luca: "La proposta di misure restrittive che avanzo è legata alla valutazione dell'Unità di crisi e ha l'obiettivo di frenare l'espansione dell'epidemia a tutela dei nostri concittadini. Ogni altra interpretazione è francamente gratuita"

De Luca risponde alle critiche di Massimo Gramellini che, sul Corriere, ha puntato il dito contro l'inefficienza della Sanità campana e, in particolare, contro il mancato allestimento dei posti di Terapia Intensiva da parte del Governatore.

Parla De Luca

Diversamente da quanto sostenuto da Massimo Gramellini, si conferma che la Campania ha posti letto sufficienti (posti letto di degenza Covid attivati fino alla giornata di ieri: 1.500 - posti letto di degenza Covid occupati: 1.118), soprattutto per le terapie intensive (posti letto di terapia intensiva Covid attivati fino alla giornata di ieri: 227 - Posti letto di terapia intensiva Covid occupati: 105) per far fronte all'attuale emergenza.


Per il resto si conferma, da parte degli epidemiologi, che è in crescita la gravità delle condizioni dei pazienti Covid. Ho mostrato la Tac di un paziente, semplicemente per rendere chiaro a tutti la serietà del problema che abbiamo di fronte. La proposta di misure restrittive che avanzo è legata alla valutazione dell'Unità di crisi e ha l'obiettivo di frenare l'espansione dell'epidemia a tutela dei nostri concittadini. Ogni altra interpretazione è francamente gratuita.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

Torna su
SalernoToday è in caricamento