Attualità

Autonomia Differenziata, Bicchielli (Nm) e Vietri (Fdi) contro De Luca: "È l'ultimo che può parlare"

Di diverso tono Enzo Maraio (Psi): "Salvini mente quando racconta che l’autonomia è una opportunità per il Sud"

L'approvazione della legge sull'autonomia differenziata continua a tenere banco nel dibattito politico. Numerosi esponenti politici hanno espresso le loro posizioni a seguito anche delle parole di Vincenzo De Luca, che ha annunciato battaglia su tutti i fronti. 

Bicchielli

L'onorevole Pino Bicchielli, vicepresidente di Noi Moderati alla Camera dei Deputati e membro della Commissione Difesa e Antimafia, ha risposto duramente alle critiche mosse dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. "Tutti possono legittimamente criticare una posizione politica tranne Vincenzo De Luca dopo i danni fatti al Mezzogiorno e alla Campania. Ora, non capisco come possa ancora parlare", ha affermato Bicchielli. Ha inoltre ricordato una delibera del 2019 della giunta regionale campana guidata da De Luca, che chiedeva l’applicazione dell’articolo 116 della Costituzione per ottenere maggiori spazi di autonomia. «Davvero ha il coraggio di continuare il suo solito, noioso e imbarazzante monologo? C’è un tempo per tutto e tutti. Il tempo di Vincenzo De Luca è giunto al termine" ha concluso Bicchielli.

Maraio

Enzo Maraio, Segretario Nazionale del PSI, ha criticato fortemente Matteo Salvini e la Lega, accusandoli di nascondere il loro simbolo nelle competizioni elettorali al Sud. "Salvini mente quando racconta che l’autonomia è una opportunità per il Sud. Sa di essere in cattiva fede perché al Sud, ed in Campania in particolare, nasconde il simbolo della Lega nelle competizioni elettorali", ha dichiarato Maraio. Ha poi aggiunto: "A Salvini, ed al gruppo dirigente campano, chiedo perché vi nascondete se state scrivendo la storia? Fino a quando insulterete gli elettori campani? Questa Lega è una vergogna, lo pensano in tanti e anche gli stessi alleati del carroccio".

Vietri

Di diverso avviso la deputata campana di Fratelli d’Italia, Imma Vietri, che ha difeso la riforma sottolineando la necessità di superare il divario tra Nord e Sud. "Sull’autonomia differenziata è arrivato il momento di fare chiarezza in risposta alla campagna di disinformazione davvero infondata e strumentale delle opposizioni»" ha dichiarato Vietri. "Il voto favorevole dei parlamentari meridionali è la garanzia che si tratta di una riforma non contro il Sud, ma di un’occasione importante per il Sud per cambiare passo rispetto ad anni di decrescita e malgoverno". Ha inoltre ricordato che l’autonomia differenziata è stata inserita nella Costituzione dal 2001, e che anche governi precedenti, compresi quelli guidati dalla sinistra, ne avevano previsto l’attuazione. Vietri ha concluso con una riflessione sulle condizioni attuali del Meridione: "Come si vive oggi nel Meridione? Meglio o peggio del Centro-Nord? Di chi sono le responsabilità? Fino a quando il Meridione non avrà il coraggio di alzare la testa attraverso l’auto-responsabilizzazione e l’auto-governo sarà sempre condannato a dipendere dagli altri, a chiedere soldi che arrivano ma poi vengono spesi male com’è accaduto fino ad oggi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomia Differenziata, Bicchielli (Nm) e Vietri (Fdi) contro De Luca: "È l'ultimo che può parlare"
SalernoToday è in caricamento