rotate-mobile
Attualità

De Luca in diretta sul vaccino contro il cancro, poi sulle ecoballe: "Entro la fine del 2023 problema risolto"

Il governatore nella sua consueta diretta del venerdì: "Bisogna ripartire immediatamente con gli screening oncologici, fermi dopo due anni di covid"

"Abbiamo Iniziato un lavoro di ricerca per un vaccino contro il cancro". Ad affermarlo il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nella consueta diretta del venerdì pomeriggio. Il governatore ha assicurato che è stato messo in campo un investimento di 120 milioni di euro "che e' piu' delle risorse di cui dispone tutto il Cnr nazionale".

I tempi della sanità

"Bisogna lavorare di più sugli screening oncologici, bloccati da due anni di covid" ha aggiunto De Luca: "Questo non va bene perché dobbiamo riprendere immediatamente la prevenzione oncologica, soprattutto per quel che riguarda i tumori al seno, all'utero ed al colon retto. Invito le giovani donne a farsi prendere in carico dalle nostre Asl perché si possano stabilire programmi personalizzati nel tempo". "Un altro dato che non va bene - ha sottolineato il governatore - ed è quello riguardante i tempi di prenotazione per i controlli di laboratorio. Devo rilevare che in alcune realtà i tempi di erogazione delle prestazioni rimangono ancora intollerabilmente lunghi, anche per le prestazioni urgenti. Per questo ho dato mandato di avviare un'indagine dettagliata per capire quali siano i tempi di erogazione delle prestazioni nelle strutture pubbliche. Non si può tollerare una realtà in cui o si è costretti a rivolgersi ad una struttura privata a pagamento o si va fuori regione". Infine una stoccata al ministero della Salute: "Attendiamo ancora risposte sul fondo sanitario nazionale, che vede la Campania ultima in Italia nel rapporto fra finanziamenti e popolazione. È un ritardo che non intediamo tolleare un minuto di più".

Questione rifiuti

"Entro la fine del 2023 contiamo di risolvere il problema delle ecoballe" ha assicurato De Luca, che si è soffermato sulle problematiche legate alla manutenzione del termovalorizzatore di Acerra: "Più passano gli anni e più vanno fatte manutenzioni programmate sull'impianto di Acerra ed è probabile che nel giro di qualche anno dovremo cambiare le tecnologie. Per questo ci vuole una linea di riserva che ci consenta di chiudere una linea senza avere i rifiuti per strada. Si tratterà di fare un investimento importante, pari a 100 milioni di euro. Il sindaco di Roma Gualtieri, qualche giorno fa, mi ha detto che sulla questione ambientale la Campania è più avanti del suo territorio. Fra due anni saremo autonomi nel ciclo dei rifiuti e sul fronte delle forniture idriche. Non saremo costretti ad acquistare 6000 litri che perdiamo perché diamo l'acqua all'acquedotto pugliese".

Su De Mita: "Ha creduto nella politica come luogo di mediazione"

Il governatore ha rivolto un pensiero all'ex premier e segretario Dc Ciriaco De Mita, scomparso ieri all'età di 94 anni. "De Mita è stato fra i pochi a mantenere una linea di meridionalismo nella vita politica del nostro Paese, impegnandosi fino in fondo a difendere le ragioni del Sud. Una grande personalità della vita politica nazionale, tanto più grande e rilevante alla luce di un panorama politico attuale che ci presenta personaggi imbarazzanti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca in diretta sul vaccino contro il cancro, poi sulle ecoballe: "Entro la fine del 2023 problema risolto"

SalernoToday è in caricamento