Gli eroi dell'emergenza Covid, Azione Provinciale di Salerno: "Encomio solenne agli operatori sanitari"

La pandemia Covid-19 ha ormai un anno. Dodici mesi lungo i quali abbiamo dovuto confrontarci con la più grave emergenza sanitaria che la storia recente ricordi. Una battaglia ancora lontana dall’essere vinta che ha messo a dura prova il nostro sistema sanitario

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

La pandemia Covid-19 ha ormai un anno. Dodici mesi lungo i quali abbiamo dovuto confrontarci con la più grave emergenza sanitaria che la storia recente ricordi. Una battaglia ancora lontana dall’essere vinta che ha messo a dura prova il nostro sistema sanitario, comparto che – con specifiche differenze territoriali – è riuscito comunque a reggere l’onda d’urto dei contagi, dei ricoveri e delle terapie intensive grazie soprattutto al lavoro, allo spirito di sacrificio ed all’abnegazione stoica di medici, paramedici e tutti coloro che lavorano all’interno della macchina sanitaria nazionale. Il coordinamento provinciale di Azione Salerno, in occasione delle prossime assemblee consiliari nei comuni di Salerno e Cava de’ Tirreni (previste in contemporanea il 18 febbraio), promuoverà – tramite i rispettivi consiglieri comunali - due mozioni d’ordine ad inizio lavori, con le quali chiederà ufficialmente il riconoscimento di un attestato di benemerenza per tutti gli operatori sanitari degli ospedali di Salerno e di Cava de’ Tirreni, per il lavoro svolto in questo durissimo anno che abbiamo alle nostre spalle.

I dettagli


“Siamo in guerra e stiamo combattendo tutti – sottolinea il coordinamento provinciale di Azione – nella speranza che il virus possa essere sconfitto prima possibile e che si ritorni ad una vita normale. La memoria di quello che è successo in questi ultimi dodici mesi non può essere dimenticata ed è per tale ragione che chiediamo con forza un riconoscimento pubblico per i nostri operatori sanitari che hanno profuso ogni sforzo possibile per curare i nostri padri, le nostre mamme, i nostri figli”. Oltre al riconoscimento per gli operatori sanitari, Azione Salerno proporrà anche altre due iniziative specifiche. Per quanto riguarda l’amministrazione comunale di Cava de’ Tirreni, i consiglieri di Azione Federico De Filippis e Salvatore Balestrino chiederanno ufficialmente la concessione della cittadinanza onoraria a Patrick Zaki, lo studente ed attivista egiziano, arrestato lo scorso 7 febbraio 2020 all’aeroporto del Cairo ed attualmente ancora in carcere.
A ciò, si aggiunge un ulteriore mozione d’ordine che i consiglieri comunali di Salerno Antonio D’Alessio, Leonardo Gallo e Corrado Naddeo proporranno ad inizio dei lavori del consiglio comunale del 18 febbraio. Nello specifico, considerando anche che all’odg è già presente la richiesta di concessione della cittadinanza onoraria a Patrick Zaki, verrà chiesto al sindaco Vincenzo Napoli di conferire la cittadinanza onoraria anche al giovane cittadino nigeriano John Tony, che da mesi è impegnato nell’area della city – in particolare su Corso Vittorio Emanuele – a ripulire le nostre strade, dimostrando un elevato senso civico e volontà concreta di integrarsi alla nostra comunità.

Torna su
SalernoToday è in caricamento